sabato, 19 Settembre 2020

Bolzonello plaude promozione integrata Fvg e Veneto in ambito cicloturistico

“L’idea di una promozione integrata delle destinazioni turistiche dell’Alto Adriatico – ha evidenziato – è una carta vincente per aggredire mercati ricchi ma più lontani di quelli tradizionali dell’Austria e della Germania. Farlo con un’immagine integrata – ha aggiunto – è certamente una necessità che bisogna perseguire cercando di evitare il rischio del disallineamento tra i contenuti del marchio ombrello e dei marchi delle singole destinazioni”. Lo ha detto Sergio Bolzonello, vicepresiente della Regione, è intervenuto a una tavola rotonda nell’ambito del convegno ‘Verso un brand dell’Alto Adriatico attraverso itinerari ciclabili e turismo sostenibile’, organizzato a Bibione nell’ambito del progetto di valorizzazione turistica delle località balneari del Veneto e del Friuli Venezia Giulia.

Bolzonello si è soffermato sulle potenzialità connesse allo sviluppo delle ciclovie in Friuli Venezia Giulia, già diffuse e utilizzate sotto il profilo turistico e del cicloturismo.
“Serve ora un salto di qualità – ha aggiunto Bolzonello – per poter puntare a un utilizzo quotidiano del mezzo a pedali e a una sua fruizione su una più vasta porzione del territorio. La bicicletta, è stato detto, è ormai sinonimo di salute, movimento all’aria aperta, possibilità di gustarsi spazi diversi e la natura circostante”.
Bolzonello ha richiamato l’esperienza vissuta da sindaco di Pordenone, una città nella quale è ormai considerato naturale uscire di casa in bicicletta. Ma problemi di natura urbanistica e territoriali rallentano o impediscono la diffusione del mezzo a pedali in diverse altre realtà.

News Correlate