venerdì, 21 Gennaio 2022

Regione Lazio stanzia 1 mln e 850 mila euro per potenziare ‘l’oro blu’

Una boccata d’aria dalla Regione Lazio per le aziende del mare. La Regione, infatti, ha messo a disposizione 1 milione e 850 mila euro di fondi destinati all’economia del cosiddetto ‘oro blu’. La proposta di legge è già approvata in Commissione Lavoro e aspettala calendarizzazione per l’aula. Lo stanziamento interessa le oltre 37.400 imprese del comparto locale, divise tra servizi di alloggio e ristorazione, filiera ittica, sport e svago, cantieristica. Il resto comprende estrazioni, movimentazione di beni e passeggeri, ricerca e tutela ambientale. Il 98,1% è localizzato tra Roma e Latina, con oltre 33 mila aziende concentrate nella sola provincia capitolina. Le ditte a conduzione giovanile sono l’8%, quelle femminili il 22 %.
“Andiamo a potenziare e coordinare – spiega nell’edizione romana del Corriere della sera la presidente della Commissione, Eleonora Mattia tutto il circuito, cominciando dalla formazione e finendo con il mondo del lavoro. Da una parte mettiamo in rete le eccellenze e potenziamo l’aggiornamento professionale, dall’altra investiamo nei corsi per operatori già attivi e nell’innovazione tecnologica”.
Una quota delle risorse finirà al porto di Civitavecchia, che per il Covid-19 negli ultimi due anni ha perso oltre il 70% di fatturato, pari a circa 36 milioni.
Un ruolo da protagonista lo gioca la pesca, che da quasi 600 partite Iva genera 60 milioni di valore aggiunto. “Con la chiusura di alberghi e ristoranti e lo stop a catering e ricevimenti, molte attività hanno subito una contrazione del 25% – spiega la presidente di Federpesca, Francesca Biondo – e occorre promuovere il consumo di prodotti ittici a Km 0, soprattutto le specie faunistiche delle nostre coste. Anche perché mangiamo appena il 18% del pescato autoctono, Il resto arriva dall’estero. Il governo dovrebbe aumentare il numero dei giorni di raccolta e introdurre ammortizzatori sociali strutturali”.
Tra i possibili destinatari del provvedimento della Regione, anche l’ateneo Roma Tre, che nel polo di Ostia eroga una laurea triennale e due magistrali, finalizzate a formare ingegneri per lo sviluppo sostenibile.

News Correlate