Enac e Adr: subito contratto di programma e aumento tariffe

La richiesta a Letta a margine dell’inaugurazione del sistema bagagli

"Non chiediamo altro che avere le stesse condizioni di altri aeroporti europei, niente di più e niente di meno. Ma ci prendiamo l'impegno di fare qualcosa di meglio come abbiamo dimostrato anche oggi". Questa la richiesta del presidente di Adr, Fabrizio Palenzona, al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, a margine dell'inaugurazione del nuovo sistema di smistamento bagagli a Fiumicino. In particolare, Palenzona si è riferito alla necessità di adeguare le  tariffe aeroportuali e di definire il contratto di programma. "Una cosa alla volta, una cosa alla volta.", ha risposto Letta, aggiungendo: "Vogliamo continuare a far crescere questo aeroporto per far crescere il Paese. Vogliamo le stesse  condizioni degli altri scali europei, convinti che alle stesse  condizioni sapremo fare meglio". A supportare la richiesta di Palenzona ci ha pensato anche il presidente dell'Enac, Vito Riggio: "è necessario che il contratto di programma tra Adr, Sea ed Enac venga stipulato al più presto. Noi come Enac siamo pronti, vogliamo adottarlo subito: da esso può partire un progetto grandioso, in cui ad  esempio Fiumicino, come il nuovo sistema Bhs presentato oggi  dimostra, sarà il vero biglietto da visita del sistema  trasporti italiano. Aeroporti di Roma non può stare sul mercato se non ha un  adeguamento delle tariffe – ha aggiunto Riggio – un adeguamento che è anch'esso ormai in ritardo. Occorre sciogliere questo nodo".

News Correlate