lunedì, 17 febbraio 2020

Enac/2, riunione con le parti su chiusura impianto smistamento bagagli

Riggio: impediremo disagi per i passeggeri. E anche Passera impegna il governo

E'stata convocata per domani, venerdì 23 dicembre, una riunione presso l'Enac per discutere della decisione di Adr di chiudere l'impianto di smistamento bagagli Net 6000 di Fiumicino dal 1 gennaio 2012. Sono stati invitati a partecipare le associazioni dei vettori Ibar e Assaereo, Assaeroporti, Aeroporti di Roma, e Alitalia in qualità di maggiore vettore aereo sullo scalo.
La decisione è stata annunciata dal presidente dell'Enac Vito Riggio, nel corso dell'incontro con gli operatori del settore in vista dell'incremento del traffico aereo che si registra durante il periodo natalizio, sia in termini di aumento del numero dei movimenti che di passeggeri.
"In ogni caso i provvedimenti emanati dall'Enac devono essere rispettati e adottati", ha ribadito Riggio, sottolineando soprattutto la ferma determinazione dell'Enac a "impedire ogni disagio ai passeggeri". Più in generale, il numero uno dell'Enac ha rinnovato la raccomandazione a tutti gli operatori ad assicurare un servizio efficace per regolarità, qualità e operatività durante il periodo festivo, mettendo in campo tutte le risorse umane e i mezzi a disposizione, prevedendo anche eventuali ulteriori interventi qualora si presentasse un'eventuale ulteriore richiesta di servizi non programmati. Intanto, oggi, rispondendo in question time alla Camera, il ministro dello sviluppo economico, infrastrutture e trasporti Corrado Passera, ha sottolineato che il governo "seguirà con la massima attenzione l'evolversi della situazione al fine di evitare ogni possibile disservizio che possa arrecare spiacevoli disagi ai passeggeri".

News Correlate