giovedì, 30 Giugno 2022

Si torna a volare a Malpensa e Linate, in estate torna il 90% dei passeggeri

Milano torna a volare, e tornano a volare, ben oltre le attese, soprattutto i passeggeri dagli aeroporti di Malpensa e Linate. “In estate avremo un traffico di passeggeri dell’85-90% rispetto al precovid, numeri importanti che non ci aspettavamo”, spiega Armando Brunini, l’ad di Sea.
Dopo un inverno con un traffico dimezzato rispetto a prima della pandemia, a marzo ed aprile è iniziata una ripresa con uno “sprint da zero a cento – ha aggiunto Brunini – che ci ha portato a maggio ad essere a -13% e a inizio giugno a  -9%”. In questo di certo hanno aiutato il ponte del 2 giugno e il Salone del mobile che si è svolto dal 7 al 12 giugno. In quei giorni SEA Prime, la società del Gruppo SEA che si occupa dei voli privati e d’affari, ha registrato un aumento del 75% del traffico con oltre 1.100 movimenti di business aviation.
“Aspettiamo l’autunno – ha detto – per vedere se si consoliderà il ritorno dei passeggeri o fattori sanitari o geopolitici lo raffredderanno. Per ora la guerra ha impattato soprattutto sui conti con la bolletta energetica che è triplicata ma di certo abbiamo capito che la gente vuole viaggiare”.
La stima è che quest’estate dai due scali milanesi transiteranno oltre 18 milioni di persone. Rispetto a prima sono meno i viaggi a lungo raggio (ma crescono in modo forte gli Stati Uniti, e stanno riprendendo quelli per Medio Oriente e Nord Africa) con lo stop dalla Cina e dall’Estremo Oriente, ma più verso le altre destinazioni. E chi transita da Linate ora si trova con un aeroporto che ha quasi completato il restyling.

News Correlate