martedì, 18 Maggio 2021

Sita sostiene compagnie aeree e aeroporti contro i cyberattack

L’industria del trasporto aereo ha come priorità gli investimenti in cybersecurity. Nei prossimi tre anni il 95% delle compagnie aeree e il 96% degli aeroporti investirà in programmi di sicurezza o in ricerca e sviluppo in questa direzione. È quanto emerge dall’Air Transport IT Trends Insight elaborata da SITA, L’indagine mostra come ci sia ancora spazio per un miglioramento, poiché solo un terzo delle compagnie aeree e un quinto degli aeroporti hanno finora integrato la cybersecurity nei loro piani strategici.

“Se da un lato la cybersecurity è la priorità per la quasi totalità di compagnie aeree e aeroporti, dall’altro questo richiede più attenzione e deve essere centrale nelle prospettive del settore – ha detto Barbara Dalibard, CEO di SITA – gli attacchi informatici dimostrano i rischi e la necessità di un approccio proattivo. Il settore del trasporto aereo è fortemente interconnesso, per questo è fondamentale lavorare come la community per combattere la minaccia globale alla cybersecurity. Se da un lato siamo contenti di rilevare come le compagnie aeree pronte ad affrontare minacce informatiche siano cresciute del 46% rispetto agli anni scorsi, dall’altro c’è ancora molto da fare”.
SITA ha condotto una ricerca sul livello della conoscenza della cybersecurity di compagnie aeree e aeroporti nella lotta contro questa minaccia globale. I risultati mostrano che ci sono livelli molto alti di sensibilizzazione alla sicurezza tra i dipendenti delle compagnie aeree (82%) e degli aeroporti (85%). Quest’anno, al di là della protezione della sicurezza in rete, l’industria si concentra sulla gestione di minacce e le conseguenti reazioni. Già oggi i Chief Information Officer (CIO) del 69% delle compagnie aeree e del 47% degli aeroporti stanno implementando il monitoraggio degli eventi che impattano sulla sicurezza e le loro correlazioni, mentre la gestione delle reazioni agli incidenti sulla sicurezza viene messa in atto dal 77% delle compagnie aeree e dal 60% degli aeroporti.
“Le compagnie aeree e gli aeroporti stanno costruendo le loro difese e preparandosi ad affrontare le minacce comuni, ma dobbiamo portarli a un livello ancora più alto e integrare la cybersecurity ai livelli esecutivi e dirigenziali. Insieme dobbiamo identificare, individuare e reagire alle minacce informatiche e proteggere gli asset del settore”, ha aggiunto Dalibard.

SITA ha collaborato con Airbus creando un unico CyberSecurity Aviation Security Operations Center (SOC) dedicato al settore. Funziona come una torre di controllo informatico con una combinazione integrata di processi, persone e tecnologie per rilevare, analizzare, rispondere e segnalare attacchi informatici. Il SOC è parte di un più ampio portafoglio di prodotti e servizi forniti da SITA che aiutano le compagnie aeree e gli aeroporti a individuare e proteggersi da minacce, individuando e reagendo agli attacchi informatici. SITA gestisce il Community Cyber Threat Center, un servizio di condivisione delle informazioni sulla sicurezza gestito per conto degli oltre 400 operatori del trasporto aereo membri di SITA. Consente di condividere tempestivamente tra i principali stakeholders del settore le informazioni che servono ad affrontare efficacemente le minacce informatiche. Queste iniziative fanno parte dell’impegno di SITA per guidare la comunità del trasporto aereo a combattere le minacce informatiche e migliorare l’integrazione della cyber security nei piani strategici delle compagnie aeree e degli aeroporti.

News Correlate