Turismo tra gli asset del Piano Crescita Digitale, Federturismo soddisfatta

Per la prima volta il turismo è stato inserito tra le piattaforme abilitanti di sviluppo di servizi digitali innovativi del Piano Crescita Digitale, approvato dal Consiglio dei Ministri del 3 marzo scorso, insieme al Piano nazionale per la banda ultralarga.

Un risultato importante, come lo definisce il presidente di Federturismo Confindustria Renzo Iorio, perché “il gap tecnologico, insieme alla mancanza di competenze digitali di molte imprese e cittadini, è sicuramente uno dei fattori che hanno penalizzato maggiormente la competitività dell’offerta turistica italiana degli ultimi anni, soprattutto nel Mezzogiorno del nostro Paese, ancora afflitto da problemi infrastrutturali e arretratezza tecnologica”.

“Diamo quindi fin da ora la nostra disponibilità – conclude Iorio, a collaborare ai lavori della task force che monitorerà gli sviluppi dell’iniziativa. E’ infatti proprio nell’ottica della diffusione della cultura digitale e dello sviluppo delle competenze digitali che Federturismo è da poco diventata partner di E-Skills for Job, iniziativa della Commissione europea, il cui scopo primario è colmare la carenza e i disallineamenti delle competenze digitali in Europa, diffondendo esperienze e casi di successo e facilitando la mobilitazione sul tema di istituzioni, associazioni, imprese e singoli cittadini”.

News Correlate