sabato, 31 Ottobre 2020

Boom di ingressi nei musei italiani per il primo giorno dell’anno

Tanti gli italiani e i turisti che hanno inaugurato il 2017 visitando i musei statali aperti gratis, in occasione della prima domenica del mese. Incolonnati davanti agli Uffizi, in coda alle Galleria dell’Accademia, in fila all’Archeologico di Napoli o nella Capitale, dove per la prima volta è stato possibile visitare congiuntamente Fori Imperiali e Foro Romano. Una conferma per l’iniziativa del Mibact, pur a fronte di orari ridotti vista la giornata ‘speciale’.  

Il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma sono sempre i siti più visitati, con ben 25.050 ingressi. Oltre all’Anfiteatro Flavio, hanno spopolato i Fori Uniti: secondo le stime del Campidoglio, sono state 35 mila le persone che hanno visitato le due parti di competenza statale e comunale. Alla Galleria nazionale di arte moderna sono 3.140 gli appassionati che hanno ammirato il nuovo allestimento del museo. 

Successo anche a Pompei, dove è stata appena restituita al pubblico la bellissima Domus dei Vettii (6.793 ingressi), alla Reggia di Caserta (6.727 i visitatori di oggi, dopo un 2016 boom con +37% di ingressi sull’anno precedente), agli scavi di Paestum (2.803). Bene i Musei Reali di Torino (5.897).    

Piazzale gremito a Firenze fino all’apertura degli Uffizi, dove sono entrate 3.489 persone. Pienone anche alle Gallerie dell’Accademia a Venezia (1.940 ingressi) e a Villa Pisani di Stra, con oltre 1200 ingressi e biglietti presto esauriti (per motivi di sicurezza) per l’accesso alle stanze della villa: la gente si è così riversata nel bellissimo parco settecentesco, con il famoso giardino-labirinto, dove qualcuno ha approfittato per fare nordic walking, complice anche la temperatura rigida.     

Nell’ideale classifica meritano una citazione il Castello di Miramare a Trieste (2.558 ingressi), Villa d’Este (2.340). E ancora gli scavi di Ostia Antica (visitati a Capodanno da 1.086 persone), Villa Adriana (1.010), il Museo Archeologico di Venezia (876) e il Museo etrusco di villa Giulia (710). In centinaia si sono messi in coda per ammirare i Bronzi di Riace nel Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria.    

Apertura straordinaria anche per il Museo Tattile Omero di Ancona, nel pomeriggio dalle 16 alle 19, con una visita bendata alla collezione e iniziative ad hoc per i più piccoli.  A Milano ha spopolato la Madonna della Misericordia, capolavoro di Piero della Francesca allestito per le feste natalizie nella Sala Alessi di Palazzo Marino, con più di 3.000 ingressi. Grande affluenza anche ai Musei Civici, aperti gratis dalle 14.30 alle 19.30: in 17.000 sono entrati al Castello Sforzesco, Museo di Storia Naturale, Acquario Civico, Galleria d’Arte Moderna e Museo delle Culture.  

News Correlate