TESTMSL

Air France crolla in Borsa, ancora scioperi e si pensa a ceo a interim

Cresce l’incertezza sul futuro di Air France. Dopo le dimissioni del numero uno Jean-Marc Janaillac e l’allarme del ministro delle finanze francese Bruno Le Maire sui rischi di sopravvivenza per la compagnia, il titolo in Borsa è crollato, mettendo a segno un rosso che non si vedeva da 16 anni. E mentre si fa strada l’ipotesi dell’arrivo di un ceo ad interim, non si arresta la protesta dei lavoratori della compagnia, che anche oggi incrociano le braccia per la quindicesima giornata di sciopero (per la quale la compagnia prevede di garantire l’80% dei voli).

In Francia è il terremoto scoppiato venerdì sera dopo l’esito negativo del referendum sulla proposta di accordo salariale. E ora, in attesa del cda in programma il 15 maggio per indicare una soluzione di governance transitoria, Le Figaro indica come possibile ceo ad interim Anne-Marie Idrac, membro del board di Air France, ex segretario di Stato ai trasporti ed ex numero uno della società del tpl parigino Ratp e delle ferrovie Sncf.

News Correlate