martedì, 25 Giugno 2024

Air France Klm: la ripresa è già iniziata. Boom per l’estate

Air France-KLM ha registrato nel primo trimestre dell’anno perdite nette per 552 milioni di euro a fronte dei 930 milioni dello stesso periodo dell’anno precedente mentre i ricavi sono saliti a a 4,445 miliardi (2,284 in più rispetto allo scorso anno). Il free cash flow operativo rettificato è migliorato di 1.974 milioni di euro. L’indebitamento finanziario netto è sceso a 7,7 miliardi di euro, in calo di 0,6 miliardi di euro rispetto a fine 2021.

“La performance del Gruppo Air France-KLM nel primo trimestre del 2022 – ha sottolineato il ceo di Air France Klm, Benjamin Smith -conferma che la ripresa è qui. Nonostante un contesto difficile, con l’effetto continuato della variante Omicron, la situazione in Ucraina e il forte aumento dei prezzi dei carburanti, il Gruppo ha registrato ancora una volta un Ebitda positivo e ha registrato ottime prenotazioni per i trimestri successivi. Marzo è stato particolarmente incoraggiante con un significativo aumento della domanda di traffico corporate e premium, a complemento di quello già forte del tempo libero sulla nostra rete mondiale. Questo spiana la strada per una stagione estiva di successo in tutte le nostre attività, che continuiamo a rafforzare attraverso il nostro ampio piano di trasformazione”.

Nel suo comunicato sui conti Air France Klm rileva come l’inizio del primo trimestre sia stato ostacolato dalla variante Omicron, principalmente sul corto e sul medio trasporto, mentre lo scoppio della guerra in Ucraina ha comportato un aumento del prezzo del carburante e un rallentamento delle prenotazioni durante un brevissimo periodo. La ripresa ha accelerato a marzo con prenotazioni molto dinamiche per la stagione estiva. La compagnia prevede un buon andamento per il resto del 2022 con una forte domanda estiva con conseguenti livelli di rendimento superiori al 2019 con un pareggio dei conti nel secondo trimestre e un “risultato significativamente positivo” nel terzo. Al 31 marzo 2022, si legge “il Gruppo dispone di 10,8 miliardi di euro di liquidità e linee di credito sufficienti a disposizione”.

News Correlate