Dalle compagnie aeree appello ai Paesi Ue: riapertura coordinata frontiere

Un “vero” coordinamento nella riapertura delle frontiere in Ue e il ripristino della libertà di movimento per i viaggiatori europei nella maniera “più rapida e sicura possibile”. E’ la richiesta rivolta ai ministri del turismo europei, che si riuniscono oggi in videoconferenza, da parte delle maggiori compagnie aeree europee (fra cui Air France-Klm, Lufthansa, Ryanair e Easyjet) riunite nell’associazione Airlines for Europe (A4E), che rappresenta oltre il 70% del traffico aereo nel Continente.

A4E chiede che i Paesi Ue riconoscano in maniera reciproca le proprie normative su salute e sicurezza in modo da “evitare misure come la quarantena, che sono estremamente destabilizzanti per i viaggiatori ed impediscono una ripresa rapida dei viaggi e dell’industria del turismo in Europa”, recita una nota. L’associazione “accoglie con favore” le linee guida in materia pubblicate la settimana scorsa dalla Commissione Ue e chiede ai governi di coordinarsi con le compagnie aeree per metterle in pratica, “tenendo conto della natura specifica del settore del trasporto aereo”.

News Correlate