giovedì, 30 Maggio 2024

Nuova nave ospedale per Mercy Ship grazie a Msc Foundation

Il Gruppo MSC, MSC Foundation e l’organizzazione benefica Mercy Ships International hanno concluso un accordo per la costruzione di una nuova nave ospedale che offrirà interventi di chirurgia gratuiti e formazione annuale a migliaia di persone in Africa.

Il Comandante Gianluigi Aponte, chairman e fondatore del Gruppo MSC e di MSC Foundation, Diego Aponte, presidente del Gruppo MSC e membro del consiglio di amministrazione di MSC Foundation, e il fondatore di Mercy Ships Don Stephens hanno finalizzato un accordo per avviare questo nuovo progetto con una cospicua donazione iniziale da parte di MSC Foundation, che riflette l’impegno nel sostenere l’accesso alle cure sanitarie critiche per le generazioni future.

Dal momento della sua fondazione nel 1978, Mercy Ships ha fornito più di 117.000 interventi chirurgici specializzati. Tra questi ci sono ricostruzioni maxillo-facciali, operazioni per contratture per gravi ustioni, correzioni per problemi ortopedici nei bambini, riparazioni di labbro leporino e palatoschisi, servizi oftalmologici e dentali. Mercy Ships, un’organizzazione non governativa, si impegna anche ad aumentare le capacità dei sistemi sanitari locali attraverso programmi di educazione chirurgica, formazione e difesa progettati in modo sostenibile. Mercy Ships ha fornito formazione aggiuntiva a oltre 54.300 professionisti locali nei loro ambiti di competenza.

Espandendo la propria flotta con una nuova nave ospedale appositamente costruita, progettata con specifiche simili alla Global Mercy™ con un focus su spazi di formazione designati, Mercy Ships potrà aumentare la sua capacità di collaborare con le nazioni ospitanti negli sforzi di formazione e difesa.

L’accesso alle cure chirurgiche e alla formazione chirurgica nell’Africa subsahariana rimane ancora oggi un’impellente necessità. Nel suo discorso di benvenuto al recente congresso del West African College of Surgeons (WACS) a Freetown, il Vice Presidente Mohamed Juldeh Jalloh della Sierra Leone ha dichiarato che il paese vede ancora non soddisfatti il 91% dei bisogni chirurgici necessari. Sottolineando i progressi già compiuti, ha esortato a sforzi collaborativi per affrontare i deficit chirurgici.

L’operazione di navi ospedale comporta il trasporto di grandi quantità di forniture essenziali attraverso oceani e mari per sostenere continuamente attività chirurgiche e di formazione. MSC e Mercy Ships sono partner dal 2011, con il Gruppo MSC che assicura supporto logistico e consegna di container di forniture a tutti i porti di servizio. Il supporto infrastrutturale e l’esperienza logistica forniti dalle sue squadre in Africa vanno dall’agenzia di spedizioni locale di MSC e ai terminal MSC e TiL che gestiscono il carico ai servizi logistici, ai servizi di stoccaggio e di trasporto interno di MSC e MEDLOG. Inoltre, MSC ha fornito ampi consigli tecnici ed esperienza in preparazione per la nuova nave, collaborando con Mercy Ships per sviluppare un progetto che migliorerà l’efficienza per le esigenze dell’organizzazione.

La nuova nave avrà spazi abitativi per ospitare circa 600 membri dell’equipaggio e ospiti a bordo. Il suo ospedale si estenderà su due ponti e 7.000 metri quadrati, con sei sale operatorie, un laboratorio completamente attrezzato e spazi di formazione all’avanguardia come un laboratorio di simulazione. Ciò permetterà a Mercy Ships di rafforzare i sistemi sanitari locali durante il periodo di permanenza in porto, solitamente  della durata di 10 mesi.

News Correlate