domenica, 21 Aprile 2024

Federturismo: turismo al centro dell’agenda di Governo

Al Forum Internazionale del Turismo di Baveno, la presidente di Federturismo Confindustria Marina Lalli ha evidenziato come l’innovazione, la digitalizzazione, la sostenibilità e la destagionalizzazione siano i driver per la crescita del turismo in Italia, un settore sempre più rilevante per l’economia nazionale.

“Ci troviamo in un’epoca di trasformazione globale dove il turismo assume un ruolo centrale nella ripresa economica e nello sviluppo sostenibile del Paese – ha affermato la Lalli -. L’Italia, con la sua unicità culturale e paesaggistica, imprenditoriale e produttiva, è in prima linea per soddisfare le richieste di esperienze di viaggio significative e di alta qualità dei turisti di ogni parte del mondo”.

La Lalli ha espresso riconoscenza alla ministra del Turismo, Daniela Santanchè, al presidente del Consiglio Giorgia Meloni, per il loro sostegno e impegno al settore: “Il lavoro che si sta portando avanti è fondamentale nel guidare un’evoluzione turistica che integra sostenibilità, inclusività e valorizzazione di tutte le Regioni italiane, sfruttando in modo intelligente le risorse del PNRR e avanzando sempre più nella digitalizzazione di tutta la filiera” ha evidenziato la Lalli.

La presenza di moltissimi ministri alla due giorni di Baveno, tra cui il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, sono il segnale di un primario interesse del Governo e della politica per un settore che oggi vale più del 13% del PIL italiano e che da lavoro a milioni di donne e uomini.

Lalli ha inoltre sottolineato l’importanza della destagionalizzazione come leva strategica per lo sviluppo equilibrato del settore. “Attraverso la valorizzazione delle diverse regioni in periodi differenti dell’anno, miriamo a ottimizzare il flusso turistico, favorendo le comunità locali e salvaguardando le risorse ambientali” ha rimarcato.

Federturismo si impegnerà, in sinergia con le istituzioni, a collaborare sempre di più per l’adozione di politiche incentrate sulla sostenibilità, l’innovazione e l’inclusività, capitalizzando sulle opportunità offerte dalla digitalizzazione e dai fondi europei del Pnrr.

“Con il supporto di un Governo attento alle dinamiche del settore e una visione strategica condivisa, l’Italia può affermarsi come meta turistica di primo piano, offrendo esperienze indimenticabili ai visitatori internazionali”, ha concluso Marina Lalli.

News Correlate