domenica, 28 Novembre 2021

Il green pass per gli hotel, i dubbi del turismo

L’introduzione dell’obbligo di green pass anche per entrare in hotel solleva qualche dubbio tra gli operatori turistici. “Comprendiamo perfettamente l’emergenza che ci si trova a gestire a causa della pandemia – sottolinea Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi -. Per questo non discutiamo le misure indicate dal governo. Solleviamo solo il tema della disparità di trattamento: gli alberghi, che già soffrono della forte concorrenza di altre forme di ospitalità, sono chiamati a rispettare rigorosamente le nuove disposizioni, cosa che non accade per ciò che riguarda le locazioni brevi dove il rispetto delle regole non è garantito. Ci auguriamo quanto meno che si vigili su questo per il bene dei nostri turisti e delle nostre comunità”.

Maria Carmela Colaiacovo, presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi, sottolinea come la misura possa mettere in crisi le famiglie con i componenti più giovani. “C’è il rischio – spiega – di rendere impossibile l’organizzazione di una vacanza alle famiglie che scelgono il soggiorno in hotel. Le festività sono alle porte ed è fondamentale poter avere indicazioni chiare da subito, tenendo anche conto delle complessità che riguardano questi casi. La situazione per gli operatori è già complicata dopo tanti mesi di stop forzato, la chiarezza sulle regole è fondamentale per evitare un ulteriore colpo al settore che potrebbe davvero non riuscire a riprendersi”.

“Ogni intervento mirato ad evitare lo stop delle attività economiche è utile – sottolinea Confesercenti -. Il Super green pass va certamente in questa direzione, anche se purtroppo avrà un forte impatto negativo sull’economia turistica, perché impedirà l’arrivo di milioni di turisti che non hanno effettuato uno dei vaccini autorizzati in Italia. L’auspicio è che almeno serva ed evitare definitivamente e in modo strutturale restrizioni e chiusure delle attività economiche nel periodo natalizio che darebbero il colpo di grazia a decine di migliaia di attività, che ancora non si sono riprese dalle limitazioni imposte lo scorso anno. E porrebbero un’ulteriore pesante ipoteca sulla ripresa dell’economia”.

 

News Correlate