martedì, 7 Dicembre 2021

Paura per la nuova variante: anche l’Italia blocca gli arrivi dal Sudafrica

Una nuova variante del Covid-19 minaccia il pianeta, quella emersa in Sudafrica, capace di molte mutazioni e per questo potenzialmente resistente agli anticorpi e ai vaccini. Ecco perchè il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato stamattina una nuova ordinanza che vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Eswatini. “I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante B.1.1.529. Nel frattempo seguiamo la strada della massima precauzione”, ha detto il ministro.

L’allarme è stato lanciato dagli scienziati africani e già ieri il Regno Unito aveva annunciato la chiusura dei confini ai sei Paesi africani (Sudafrica, Namibia, Lesotho, Eswatini, Zimbabwe e Botswana) con la sospensione di tutti i voli da quei Paesi. “Purtroppo abbiamo rilevato una nuova variante che è motivo di preoccupazione in Sud Africa”, ha detto il virologo Tulio de Oliveira in una conferenza stampa convocata d’urgenza. La variante, denominata scientificamente B.1.1.529, “ha un numero molto elevato di mutazioni”, ha detto lo scienziato, esprimendo la speranza che l’Organizzazione mondiale della sanità le attribuisca oggi il nome di una lettera dell’alfabeto greco, come già accaduto per le precedenti. La variante è stata rilevata anche in Botswana e a Hong Kong tra alcuni viaggiatori provenienti dal Sud Africa, ha aggiunto. L’OMS ha affermato che sta “monitorando da vicino” la variante segnalata e dovrebbe convocare a breve una riunione tecnica per determinare se debba essere designata una variante di “interesse” o di “preoccupazione”. Analoga decisione anche in Germania dove le compagnie aeree potranno portare nel Paese soltanto tedeschi.

Secondo il presidente dell’istituto tedesco Robert Koch, Lothar Wieler, “a noi non è noto che questa variante sia già in Europa”. Israele invece ha rilevato il primo caso della nuova variante sudafricana B.1.1.529 all’interno del proprio territorio. Lo ha annunciato il ministero della sanità aggiungendo che il caso si riferisce ad un israeliano di ritorno dal Malawi. Sempre secondo il ministero ci sono altre 2 persone sospettate di essere state infettate con la nuova variante ma si stanno aspettando i test finali. Tutti e 3 i coinvolti risultano essere vaccinati.

L’anno scorso, sempre in Sudafrica, era emersa la variante Beta del virus, presto soppiantata per trasmissibilità dalla Delta, originariamente rilevata in India. Secondo gli scienziati la nuova variante B.1.1.529 ha almeno 10 mutazioni, rispetto alle due della Delta e le tre della Beta.

News Correlate