sabato, 28 Novembre 2020

Rimborsi obbligatori se manca finalità turistica, pressing consumatori sui TO

Dopo i provvedimenti dell’Antitrust che per la vicenda Egitto ha multato sei tour operator, il Movimento Consumatori diffida tutti i tour operator a restituire gli acconti quando viene meno la “finalità turistica”.

“D’ora in poi, tutti i tour operator, compresi quelli che finora non si sono impegnati e contro cui valuteremo azioni collettive – afferma Marco Gagliardi dell’ufficio legale MC – dovranno sempre provvedere a restituire acconti o somme trattenute a diverso titolo, tutte le volte che sarà vanificata la ‘finalità turistica’, ad esempio in caso di epidemie nel Paese di destinazione, fenomeni naturali, rischi di terrorismo o guerre”.

All’esito del procedimento dell’Autorità, sei operatori (Alpitour, Veratour, Swantour, Going/Bluvacanze, Settemari e Amico Tour Resort Travel) si sono impegnati a rimborsare ai consumatori importi pagati a vario titolo (costi di gestione pratica, quote di iscrizione, assicurazioni e acconti) per viaggi in Egitto.

Il Movimento Consumatori invita dunque tutti i tour operator – anche quelli che ad oggi non hanno assunto gli impegni presso l’Agcm – a provvedere senza indugio ai rimborsi e a farsi sempre promotori di un’adeguata informazione in caso di rischi nei Paesi di destinazione dei pacchetti turistici.  

News Correlate