sabato, 6 Marzo 2021

In vacanza con Fido e Micio, i consigli del veterinario per un viaggio perfetto

Logis, catena di albergatori e ristoratori indipendenti in Europa, in vista della partenza per le agognate vacanze estive, offre alcuni consigli su come comportarsi se si parte con un amico peloso con l’aiuto del medico veterinario Silvia Bombana.

I nostri compagni di viaggio hanno alcune esigenze specifiche, di cui è consigliabile tenere conto sia in fase di pianificazione del viaggio. Inoltre, anche razza, temperamento e specie a cui appartiene il nostro animale domestico non devono essere trascurati: partire con Fido oppure con Micio richiede accorgimenti diversi. In linea generale, infatti, i mici sono meno inclini al viaggio, perché molto abitudinari e legati al proprio ambiente domestico. Dunque, anche se è necessaria una valutazione caso per caso, l’idea che la nostra tigre da salotto ci aspetti a casa al nostro rientro non è da scartare a priori.

La prima considerazione è proprio l’idoneità dell’animale a seguirci: è bene fare affrontare un viaggio unicamente a soggetti già abituati a spostamenti e trasferte, senza sottoporre quindi il nostro amico ad uno stress a cui non è preparato. “In ogni caso, se il viaggio è molto lungo e il soggiorno sarà di breve durata, oppure se il pet soffre di alcune patologie croniche, come cardiopatie, è meglio valutare di affidarlo ad una buona pensione, oppure ad una persona di fiducia: ne guadagnerà in serenità ed equilibrio”, afferma l’esperta.

Una volta deciso se è il caso che il nostro amico parta insieme a noi, sarà il momento di delineare gli spostamenti. In automobile oppure con i mezzi, è essenziale valutare le esigenze dell’animale: possibilità di soste, durata del viaggio, possibili fonti di stress come forti rumori, ambienti nuovi e sconosciuti, il caldo. Inoltre, non dimenticare di informarsi sui documenti necessari, sulle politiche delle compagnie di trasporto, e avvisate sempre il personale di bordo della presenza del vostro quattro zampe. Siate organizzati, e sempre muniti di guinzaglio, museruola e trasportino.

All’estero è necessario verificare che il passaporto sia in regola, così come la vaccinazione antirabbica (obbligatoria in tutta Europa), somministrata almeno 21 giorni prima della partenza. Fido, inoltre, deve essere dotato di microchip, e per Micio, oltre al microchip, è obbligatorio anche l’uso del trasportino.

Se si viaggia in automobile è meglio che il pet sia a stomaco vuoto. Prevedere inoltre soste ogni 2/3 ore, per dissetarlo e farlo sgranchire.

Se si viaggia in treno oppure in aereo, valutare le varie possibilità con le diverse compagnie, e farlo unicamente se l’animale è già abituato.

Per il viaggio, valutate l’utilizzo dei feromoni: si tratta di sostanze naturali che gli animali secernono da sé quando si trovano a proprio agio. Questo potrebbe trasmettere loro una sensazione di benessere

Anche la scelta della struttura ricettiva non può essere casuale. Occorre verificare in prima battuta che gli animali siano ammessi nelle stanze, se è previsto il loro accesso anche al ristorante, oppure se sono presenti aree dedicate. Dopo questi passi, e al vostro arrivo, avvisate la reception che avrete un ospite speciale nel vostro alloggio: eviterete spiacevoli inconvenienti, e il personale addetto alle pulizie potrà riservare le dovute attenzioni, senza lasciare ad esempio porte aperte con il rischio di eventuali “escursioni” da parte del quadrupede del cuore.

Le strutture che danno il benvenuto agli amanti degli animali e ai loro compagni di viaggio sono ormai numerose e sempre più attrezzate, e permettono di spaziare, e di scegliere quindi di affrontare il viaggio in compagnia di pet in Italia, ma anche in Europa.

“Logis, un brand del settore alberghiero che tiene a sottolineare costantemente il proprio spirito di accoglienza e familiarità, non potrebbe non aprire le porte anche agli amici che ci sono accanto nella nostra vita quotidiana, e che spesso ci regalano momenti di buonumore e affetto, soprattutto con i bambini”, afferma Karim Soleilhavoup, dg di Logis.

Nella scelta della location, se siete con il vostro cane assicurarsii che intorno ci siano aree verdi, che ci sia un’area cani e/o un servizio dog sitting. Un plus: la vicinanza di spiagge attrezzate, con docce dedicate per eliminare la salsedine dal mantello, e ciotole per bere

Se la vostra compagnia è felina, invece, e il vostro amico è particolarmente indomito, evitate stanze con il balcone, e controllate che lo spazio sia sufficientemente ampio per distanziare le ciotole del cibo dalla lettiera.

Alcune proposte per vacanze insieme ai nostri amici: un break ad alta quota in Italia? L’Albergo Belvedere, caratteristico hotel tra i panorami mozzafiato della Valle D’Aosta, fa per voi. Se siete più tipi da aperta campagna, ma a due passi da città meravigliose come Lucca o Pisa, Villa Rinascimento è la meta giusta. Chi preferisce una vacanza al mare all’estero e ama la Spagna, può trovare una valida alternativa all’Hotel Segles, a Campos, Maiorca. Ancora, per i fan della joie de vivre francese, l’Hotel a Casa di Maria Cecilia, Ghisonaccia, vicino alle spiagge incontaminate della Corsica sarà perfetto, così come l’Hotel Menton Riviera, Mentone, oppure l’Hotel Plage Saint Jean, La Ciotat, entrambi in Costa Azzurra.

Ovunque andiate, sia durante il viaggio che giunti a destinazione, siate sempre all’erta riguardo il caldo, il pericolo maggiore in estate. Adottate piccoli accorgimenti, come spostarvi nelle ore meno assolate, assicuratevi che l’acqua sia sempre a disposizione, e ricordate che cani e gatti camminano ‘a piedi nudi’: asfalto e sabbia scottano.

News Correlate