mercoledì, 27 Gennaio 2021

Vacanza in barca diventa odissea, scatta la solidarietà per famiglia di turisti

Odissea nel Mediterraneo per una coppia italo-tedesca, le loro 2 bambine e gli amici a 4 zampe. Dallo scorso agosto, infatti, la loro barca è ormeggiata a Carloforte, l’isola nel sud ovest della Sardegna. La famiglia vorrebbe star lì sino alla primavera perché vicino a Valencia, dove hanno casa, la situazione Covid non è delle migliori. Purtroppo adesso sono rimasti senza soldi: Andreas Schmidt, 41 anni, quando ad agosto è partito con la famiglia destinazione Grecia, il lavoro lo aveva ma durante la navigazione quel lavoro è sparito. Ma le sventure non finiscono qui: la barca, infatti, si ferma a Castelforte per un problema tecnico e da li non si muoverà più, prima per la quarantena, imposta a tutti quelli che approdano nell’isola, e poi i guai economici. Con l’arrivo di settembre le ragazzine vengono iscritte a scuola. Ma in casa scarseggiano i beni di prima necessità e Carloforte si mobilita.
“A questo punto – spiega Andreas – l’unica soluzione potrebbe essere quella di trovare un lavoro qui a Carloforte e aspettare che anche in Spagna diminuiscano i contagi per il Covid”. Il ritorno infatti è una missione quasi impossibile: da un lato le difficoltà burocratiche legate al fatto che Andreas e familiari non sono cittadini spagnoli, dall’altro la rigida normativa anti-Covid che non comprende questo spostamento tra i giustificati motivi per poter tornare in Spagna Intanto, dunque, continua la vacanza forzata in attesa che la situazione si sblocchi.

News Correlate