mercoledì, 3 Marzo 2021

In Giappone crollo flusso turisti: nel 2020 a -87,4%       

Il numero dei turisti stranieri in Giappone nel corso del 2020 ha segnato il maggior calo in 70 anni, a causa delle misure restrittive anti-Covid in vigore per buona parte dell’anno. Lo anticipa l’Agenzia nazionale dell’Immigrazione nei dati preliminari, evidenziando come, rispetto al 2019, gli arrivi internazionali siano diminuiti dell’86,2% a quota 4,31 milioni; un numero così basso non si vedeva dall’inizio delle statistiche, nel 1950.

Senza contare i residenti stranieri che hanno lasciato il Paese per poi ritornare, il flusso di arrivi è stato ancora più accentuato, nella misura dell’87,4% a 3,58 milioni. Gran parte delle visite si sono verificate tra gennaio e febbraio dello scorso anno, riferisce l’agenzia, con i visitatori dalla Cina a guidare la classifica con il 23,3% del totale, seguiti da Taiwan e la Corea del Sud. Il trasporto aereo è stato penalizzato anche nel senso inverso, con i dati sulle partenze dei cittadini giapponesi in declino dell’84,2% rispetto all’anno precedente a 3,17 milioni.

News Correlate