giovedì, 2 Febbraio 2023

La Repubblica Dominicana registra nuovo record di arrivi

La Repubblica Dominicana conferma il trend positivo di arrivi anche in novembre. Secondo i dati del Ministero del Turismo, sono stati 571.354 i turisti che sono arrivati per via aerea nel paese caraibico, per l’esattezza 109.489 in più rispetto a novembre 2019, con un aumento del 24% e generando più di 532 milioni di dollari in valuta estera.
In particolare, dei 571.354 turisti arrivati ​​nel Paese in novembre, 476.647 erano stranieri e 94.707 dominicani non residenti. Nel periodo gennaio-novembre 2022 il Paese ha accolto 6.397.444 turisti giunti via aerea rispetto ai 5.821.768 nel medesimo periodo di tempo del 2019, con una crescita del 9,8%.
Il Ministro del Turismo David Collado ha anche evidenziato la crescita registrata, sempre a novembre 2022, nell’arrivo dei crocieristi: 195.270, in confronto ai 111.128 dello stesso mese del 2019.
Nel periodo gennaio-novembre sono arrivati ​​nel Paese 1.085.606 crocieristi, rispetto ai 948.118 del 2019.
“Se aggiungiamo i 571.354 turisti arrivati ​​via aerea ai 195.270 arrivati ​​via nave da crociera, si parla della cifra storica di 766.624 visitatori nel solo mese di novembre” ha precisato Collado.
Sommando gli arrivi dei turisti via aerea e dei croceristi, si sfiorano i 7 milioni e mezzo di turisti (7.483.050 per l’esattezza) che nei primi undici mesi 2022 hanno scelto la Repubblica Dominicana come destinazione di vacanza.
Il mese di gennaio 2023 farà registrare un nuovo record nel numero di crociere a Puerto Plata, con ben 73 navi che fanno scalo nei porti di Amber Cove e Taíno Bay, superando così le 60 che hanno scalato le località a dicembre 2022.
Il porto di Amber Cove di Carnival Cruise a Maimon riceverà un totale di 33 navi e il porto di Taíno Bay, nella baia di Puerto Plata, le altre 40.
Atahualpa Paulino, direttore turismo della Regione Nord del paese, ha attribuito l’aumento record dell’arrivo delle navi da crociera alle efficaci misure adottate dal Ministro del Turismo David Collado e dall’intero gabinetto del turismo guidato dal Presidente della Repubblica, Luis Abinader, così come il lavoro congiunto del settore pubblico e privato per la ripresa del settore.

News Correlate