Parigi, un recinto antiproiettile proteggerà la Tour Eiffel

Una barriera d’acciaio e vetro rigorosamente antiproiettile alta 2,50 metri per proteggere la Torre Eiffel da eventuali attacchi terroristici. È l’idea dei gestori del celebre monumento che già l’estate scorsa, in vista dei campionati di calcio di Euro 2016, fu protetto da una recinzione provvisoria non particolarmente bella e che il prossimo autunno dovrebbero essere interamente sostituita dal nuovo muro di cristallo che dovrebbe costare circa 20 milioni di euro. 

Elaborato con le forze dell’ordine, il perimetro di sicurezza andrà dal Museo del Quai Branly fino all’avenue Gustave Eiffel, un’area vastissima che verrà messa sotto protezione come una banca. L’accesso al pubblico sarà consentito solo da un lato, quello dei giardini, e non più dai trafficatissimi Lungosenna. Inoltre, per scongiurare nuovi attacchi di tipo Nizza o Berlino con camion assassini scagliati contro la folla inerme, la circolazione intorno al monumento verrà completamente ripensata.  Anche se l’accesso alla base del monumento resta gratuito, quello dei controlli sarà un passaggio obbligatorio. E non mancano le critiche: si teme infatti che il monumento si trasformi in una “fortezza”. 

News Correlate