mercoledì, 19 Gennaio 2022

Tokyo, capitale gastronomica del mondo, si prepara al Capodanno con la cucina ‘Osechi’

La 15^ edizione della Guida Michelin della città incorona Tokyo non solo “al top gastronomia globale, ma anche come luogo in cui si creano i trend globali”, come dichiarato dal direttore Internazionale della Guida Gwendal Poullenec, grazie ai suoi 432 ristoranti, di cui 203 stellati (da una a tre stelle) e 229 suggerimenti Bib Gourmands. Con questa bella notizia la città continua i preparativi per il Capodanno, una delle festività più importanti per i giapponesi, sinonimo di riunioni familiari e di cucina tradizionale Osechi.
La cucina Osechi è una collezione di piatti tipici del Capodanno giapponese, ognuno dei quali porta nel suo nome o nella sua forma un significato simbolico di buon auspicio per il nuovo anno, in ambiti che possono spaziare dalla fertilità, ai raccolti abbondanti o fino alla ricchezza economica. Poiché richiedono una lunga e laboriosa preparazione, oggi è molto comune acquistarli da ristoranti, confezionati nelle tradizionali scatole impilabili jubako, per poi gustarli nell’intimità della propria casa.
In questa atmosfera anche gli hotel più esclusivi della capitale, sempre in prima linea nell’offerta di cucina Osechi, preparano le loro tradizionali jubako e li adattano alle nuove esigenze, fornendo un servizio di asporto e consegna.
L’Hotel New Otani Tokyo, nel quartiere di Chiyoda, accoglie questo bisogno di trascorrere il Capodanno a casa in modo più ricco proponendo una lussuosissima jubako a ben 6 livelli, adatta a 4-6 persone e preparata con la collaborazione degli chef di cucina giapponese, occidentale e cinese dei ristoranti dell’hotel con pietanze esclusive. Una tra tutte: il roast-beef di wagyu di Saga.
L’Hotel Gajoen Tokyo, un hotel-museo con più di 90 anni di storia che si trova nel quartiere di Meguro, offre ben tre tipologie di jubako a uno o due livelli, a scelta tra cucina giapponese tradizionale, cinese e persino italiana. Queste ultime due sono pensate per chi preferisse piatti d’autore con un tocco glamour per il Capodanno in casa. Quale che sia la versione, i ristoranti dell’hotel vantano l’uso di ingredienti di altissima qualità.
Infine l’hotel Hilton Tokyo, nel quartiere di Shinjuku, si unisce agli hotel che offrono servizio di consegna a domicilio delle proprie jubako per la prima volta dall’apertura della sua attività nel 1963, con una selezione di piatti tradizionali e insoliti, come il gratin e il pesce palla fritto. Venti i piatti tra cui scegliere, per comporre una jubako a un livello in edizione limitata di soli 100 pezzi ideati dal pluripremiato Chef Genta Aoyagi del ristorante giapponese Junisoh.

News Correlate