venerdì, 22 Gennaio 2021

Turismo fa da volano all’economia del Massachusetts

I risultati ottenuti dal Massachusetts Office of Travel & Tourism tramite le campagne marketing & PR ed il lavoro di diversi uffici di promozione turistica nel mondo, compresa l’Italia, hanno dato buoni frutti con il raggiungimento di 28,2 milioni di visitatori nel 2015. Un contributo importante all’economia dello Stato e all’occupazione. Sono stati infatti aggiunti tremila nuovi posti di lavoro aumentando la forza lavoro a 135mila, pari ad un incremento del 2.3% rispetto all’anno precedente.

“Turismo ed Ospitalità sono elementi economici importanti per la cittadine ed i paesi dello Stato – ha affermato Jay Ash, Housing and Economic Development Secretary in Massachusetts – il record del 2015 é anche un attestato alla bellezza del Massachusetts, alle sue diverse attrattive dalla costa all’interno, ed alla numerose attività di ogni genere che ogni singola regione é in grado di offrire tutto l’anno”.

I viaggiatori hanno contribuito nel 2015 ad introiti pari a 20.2 miliardi di dollari relativamente alle spese in trasporti, alloggi, ristorazione, acquisti, intrattenimento e ricreazione, con un incremento pari al 3.8% rispetto al 2014. Inoltre il settore ha generato 1,3 miliardi in tasse statali e locali, con un aumento pari al 7.3% sul 2014. Le tasse statali e locali si riferiscono alle tasse alberghiere, del carburante, della ristorazione.

“Con un numero ulteriore di voli per Boston, il Massachusetts continua ad attirare visitatori stranieri da tutto il mondo – ha detto Francois-Laurent Nivaud, Direttore del Massachusetts Office of Travel & Tourism – dal 2015 ad oggi ben 15 nuove rotte aeree sono state aperte da e per l’Aeroporto Internazionale Logan di Boston, raggiungendo la cifra di 53 voli internazionali diretti”.

News Correlate