mercoledì, 8 Febbraio 2023

Cosa vedere nel Chianti: 3 percorsi enogastronomici

La Toscana è una Regione italiana famosa per la grandezza dei suoi artisti, come testimoniano le bellezze architettoniche di una delle città più belle d’Italia: Firenze.

 

Il Chianti è un’area nel cuore della Toscana, magico da visitare tutto l’anno e in modo particolare durante la primavera o l’autunno, periodi dell’anno in cui la natura si trova al massimo della sua bellezza. Il paesaggio si caratterizza per le colline dolci dalla maestosità delicata. Lo sguardo indugia volentieri su una campagna particolarmente aggraziata e piacevole, in borghi dove il tempo sembra essersi fermato.

 

Il Chianti è anche una delle aree d’Italia che maggiormente degna di nota per il buon vino, il celebre Chianti, appunto, e il cibo senza pari. Non mancano i percorsi gastronomici, tra arte, cultura e buona cucina, come, ad esempio, gli itinerari turistici consigliati da Hellotickets.it. Potrete così scoprire una Toscana diversa, capace di conquistarvi sempre con la sua armoniosa voglia di vivere bene il presente.

1)  San Gimignano: non solo torri

San Gimignano è una delle aree del Chianti più interessanti da visitare. Il suo simbolo sono le ben 72 torri che si trovano ancora in perfette condizioni, con un’atmosfera che rispecchia quella che si respirava nel Trecento.

 

Il paese toscano, che conta poco più di 7.000 abitanti, si trova in una posizione strategica davvero interessante tra la Val d’Elsa, la Val d’Orcia e i Colli del Chianti ed è abitato fin dal periodo etrusco. Il suo fascino attrae turisti da tutte le parti del mondo, complice sicuramente la buona cucina, con un olio extravergine d’oliva e un vino dal gusto genuino e profumato. Pura beatitudine per lo spirito.

2)  Siena al tramonto

Tra le mete che vale la pena vedere nel Chianti non potevamo non citare quella che, sostanzialmente, è la sua capitale: Siena. La sede del Palio più famoso d’Italia, è semplicemente superba al tramonto, da gustare ancora più volentieri con un buon bicchiere di vino, tra scorci sulle pietre antiche della città e le sue colline.

 

Tra i monumenti più interessanti ci sono Palazzo Pubblico, la Torre del Mangia e, naturalmente, il Duomo, con il Battistero e tutto il resto. Un’atmosfera che è rimasta intatta fin dal Medioevo. Non può mancare una sosta in Piazza del Campo, una delle più belle d’Italia nelle quali troneggia una copia della Fonte Gaia, che Jacopo della Quercia ha scolpito tra il 1409 e il 1419.

3)  Ritorno a Firenze

Una delle cose più belle del Chianti è la sua posizione, vicina a tutte le più belle città toscane tra cui Pisa e Firenze. Irresistibile, quindi, fare una tappa nel capoluogo fiorentino, dove non manca il buon cibo, con i numerosi locali come la carne (tra cui la celebre fiorentina) da accompagnare proprio con il vino del Chianti.

 

A Firenze le attrazioni sono davvero tante, tra il Duomo, piazza Santa Croce e Santa Maria Novella, solo per citarne alcune, ma anche le numerose mostre ed eventi, a Palazzo Vecchio e in Palazzo Strozzi. Una giornata semplicemente perfetta, una vera oasi per la mente e il corpo. Proprio come il Chianti.

News Correlate