sabato, 22 Gennaio 2022

Centinaio in Argentina: al lavoro per favorire flussi turistici

“Ho incontrato il mio collega argentino ministro del Turismo (nella foto). Abbiamo programmato una serie di iniziative in comune che proporrò agli assessori regionali al mio ritorno in Italia. Quasi la metà degli argentini ha origini italiane. Lavoriamo per far conoscere agli argentini la loro terra d’origine con iniziative turistiche. Lavoriamo per far conoscere agli italiani i loro ‘cugini’ argentini”. Lo ha scritto su Facebook il ministro delle Politiche Agricole e Alimentari e del Turismo, Gian Marco Centinaio, in questi giorni a Buenos Aires in occasione del G20 Agricoltura.

Introdotto in un incontro con la comunità italiana associativa e imprenditoriale dal console generale Riccardo Smimmo, Centinaio ha sottolineato di essere “contento che questa mia prima missione in America avvenga in Argentina, Paese dove sono emigrati negli anni tre milioni di italiani e dove è presente la nostra più grande comunità di connazionali residenti all’estero”.

Dopo aver esaltato l’importanza del lavoro a favore della lingua e della cultura italiane sul territorio argentino – “qui abbiamo l’unico Teatro italiano all’estero, il Coliseo”, ha detto fra l’altro – Centinaio ha ricordato che “abbiamo appena lanciato l’iniziativa ‘Italia en 24’, un programma per favorire opportunità commerciali, turistiche e culturali e per permettere al Sistema Italia di intensificare rapporti con tutte le 24 province argentine”.

Il ministro ha poi precisato che le sue preoccupazioni riguardano certo l’agricoltura ed il settore alimentare, “ma anche il turismo”. E posso dire che “i dati di cui dispongo confermano una crescita dei flussi turistici italo-argentini, nei due sensi”.

Ho intenzione, ha concluso, di “puntare sui viaggi degli italiani in Argentina che tornano per riscoprire le loro origini, per sapere da dove sono arrivati”.

News Correlate