venerdì, 4 Dicembre 2020

Alpitour: cataloghi in digitale per migliorare esperienza clienti

Ha preso avvio il processo di digitalizzazione dei cataloghi del Gruppo Alpitour che, grazie a un percorso graduale, porterà ad avere delle versioni online, che si affiancheranno a quelle cartacee, arricchite con contenuti interattivi, volti a migliorare la fruibilità da parte dei clienti e delle agenzie di viaggio. Si tratta di un progetto innovativo che si inserisce fra gli investimenti tecnologici e digitali che stanno coinvolgendo diverse aree aziendali per imprimere al Gruppo un approccio sempre più consapevole verso il mercato.

I primi cataloghi sono stati realizzati in questi giorni e riguardano alcune delle collezioni più apprezzate dai clienti: i SeaClub di Francorosso, gli AlpiClub e gli AlpiBlu di Alpitour. La volontà è di allargare sempre di più la libreria virtuale per presentare mete e strutture attraverso contenuti multimediali come video, immagini e collegamenti ipertestuali che possano inserire un accento emozionale agli approfondimenti utili, per dar vita ad uno strumento molto più evoluto dei classici sfoglia cataloghi. Sarà, infatti, possibile anche consultare facilmente le schede di ogni hotel, avere informazioni tecniche e mettersi in contatto immediato con il Gruppo per preventivare la vacanza, rendendo così più fluido il percorso d’acquisto che seguirà logiche di interesse, libere dal percorso di lettura tradizionale e sequenziale.

I cataloghi digitali saranno caricati sui server aziendali, in questo modo sarà anche possibile acquisire analytics per rileggere e interpretare le preferenze di agenzie di viaggio e clienti, al fine di migliorare l’impostazione dei cataloghi e privilegiare i contenuti più apprezzati e consultati.
Si tratta di un primo step di digitalizzazione di uno degli strumenti più longevi e importanti dell’azienda e del turismo, oggi più che mai proiettato all’innovazione e allo sviluppo digitale.  Rendere il catalogo un supporto sempre più responsive e personalizzato è fondamentale per trasformarlo in una ricchezza che raccoglie anche utili informazioni. Infine, la volontà dell’azienda è anche di essere sempre più sostenibile: sviluppando i nuovi formati digitali interattivi, sarà infatti possibile ridurre l’utilizzo dei classici cataloghi cartacei, limitando così la quantità di carta stampata e le emissioni di CO2 per il conseguente trasporto in tutta Italia.

News Correlate