sabato, 28 Novembre 2020

Iata rivede al rialzo redditività settore aereo, ma 2012 sarà più difficile

I maggiori guadagni per le compagnie europee grazie a traffico superiore alle attese

La Iata rivede al rialzo le proprie stime di profitto per il trasporto aereo quest'anno, ma ritiene che i livelli di redditività restano "eccezionalmente bassi" e per il 2012 si attende che la situazione si indebolisca ulteriormente. L'associazione internazionale delle compagnie aeree prevede dunque che gli utili dell'industria si attesteranno nel 2011 a 6,9 miliardi di dollari, contro i 4 miliardi stimati a giugno. Ma sottolinea che, "nonostante i miglioramenti, la redditività resta ancora eccezionalmente bassa (con un margine dell'1,2%) considerato il totale del fatturato del settore pari a 594 miliardi di dollari.
La domanda di traffico passeggeri è risultata più forte delle previsioni, con una stima di crescita per quest'anno del 5,9% contro un +4,4% precedentemente atteso. Tra le diverse compagnie aeree, quelle europee hanno messo a segno i maggiori guadagni grazie a un traffico più elevato del previsto, sostenuto da un euro debole che ha spinto il turismo in entrata e le esportazioni. Le compagnie europee metteranno a segno dunque utili per 1,4 miliardi di dollari, 900 milioni in più rispetto alle previsioni di giugno. Ma "il 2012 sarà ancora più difficile" avverte il direttore generale e amministratore delegato Tony Tyler.

News Correlate