Unwto stima calo turisti del 20-30% nel 2020

Un crollo del 20-30% tra gli arrivi di turisti internazionali nel 2020 rispetto allo scorso anno. E’ la triste stima fatta dall’Organizzazione mondiale del turismo (Unwto) sul probabile impatto del coronavirus sul turismo internazionale. Un calo che potrebbe tradursi in una debacle delle entrate turistiche internazionali tra i 300 e i 450 miliardi di dollari, quasi un terzo dei 1,5 trilioni di dollari generati nel 2019. Tenendo conto delle tendenze del mercato passato, questo significherebbe che a causa della pandemia andrà persa una crescita compresa tra 5 e 7 anni. Nel 2009, a seguito della crisi economica globale, gli arrivi di turisti internazionali sono diminuiti del 4%, mentre l’epidemia di Sars ha portato a un calo di appena lo 0,4% nel 2003.

“Il turismo – spiega il segretario generale dell’Unwto, Zurab Pololikashvili – è uno dei settori economici più colpiti. Tuttavia, il turismo è anche unito nell’aiutare ad affrontare questa immensa emergenza sanitaria, la nostra prima e massima priorità, lavorando insieme per mitigare l’impatto della crisi, in particolare sull’occupazione, e per sostenere gli sforzi di ripresa più ampi attraverso l’offerta di posti di lavoro e la promozione del benessere economico in tutto il mondo”. Pololikashvili ha aggiunto che, sebbene sia troppo presto per effettuare una valutazione completa, è chiaro che milioni di posti di lavoro all’interno del settore rischiano di andare persi.

News Correlate