Codici: Msc modifica gli itinerari ma non informa bene i crocieristi

L’associazione Codici stigmatizza il comportamento della Msc in merito alle crociere negli Emirati Arabi. La compagnia sta variando gli itinerari senza informare in maniera adeguata i consumatori.

“Per evitare di salpare con le navi vuote – afferma l’avvocato Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – Msc starebbe inviando la comunicazione della variazione dell’itinerario a ridosso della partenza, senza scrivere nulla sul diritto di recesso. Un comportamento grave, che siamo pronti a portare all’attenzione dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato”.

“L’articolo 40 del Codice del Turismo – spiega l’avvocato Stefano Gallotta, Responsabile del settore Trasporti e Turismo di Codici – prevede che in caso di modifiche contrattuali sostanziali prima della partenza, i consumatori hanno diritto a recedere con il rimborso integrale delle somme versate. Abbiamo già segnalato Msc all’Antitrust – ricorda Gallotta – per le crociere a Cuba del giugno scorso, quando gli Stati Uniti ordinarono lo stop dei viaggi nell’isola, e siamo pronti a farlo nuovamente, perché i consumatori devono essere informati in maniera chiara e tempestiva, cosa che non sta avvenendo. Siamo stati contattati da decine di famiglie che non vogliono partire perché hanno paura dell’emergenza Coronavirus, sarebbero legittimate a non partire a causa della modifica dell’itinerario, ma non conoscono i loro diritti”.

News Correlate