lunedì, 17 Gennaio 2022

Garavaglia: apertura nuovi corridoi e fondi per turismo

Nel giorno in cui il Cts si riunisce per esaminare il nuovo protocollo anti-Covid, il ministro del Turismo Massimo Garavaglia in un’intervista a La Repubblica chiede si vada verso “un miglioramento del clima e una riduzione dell’ansia”.

“Il Cts apra nuovi corridoi per consentire ai tour operator e alle agenzie di viaggi di poter lavorare, almeno in parte”. Solo con un clima “meno ossessivo” si può andare verso “una ripartenza il più veloce possibile”, perché “il vero sostegno è far fatturare le aziende” aggiunge. Avere “un approccio più sereno non vuol dire nascondere i dati, ma dare i dati giusti, in maniera corretta”.

Comunque Garavaglia tranquillizza gli operatori turistici: “Abbiamo mandato tutte le norme al Mef, il decreto arriverà giovedì prossimo. Servirebbe un miliardo e mezzo solo per il turismo, in aggiunta ai 700 milioni per la proroga della Cig Covid che sono già stati stanziati dalla legge di Bilancio. Se non sarà un miliardo e mezzo può essere qualcosina di meno”, in ogni modo sono “cifre importanti” per il settore “che sta pagando di più queste chiusure”.

Fra le altre misure richieste ci sono “esenzione dell’Imu, agevolazione sugli affitti delle strutture alberghiere, voucher per le agenzie di viaggi, sostegni a fondo perduto alle discoteche”. Un pacchetto “che copra tutte le esigenze delle categorie”.

Per i prossimi mesi, “vogliamo andare oltre la parte sostegni, e abbiamo già cominciato a varare le misure nell’ottica di accelerare la ripartenza”, ad esempio con la decontribuzione per chi rientra dalla cassa integrazione. Quando si riparte “c’è una carenza pazzesca di forza lavoro, per quello investiamo sulla formazione, proprio per coprire questo gap che si prospetterà di nuovo”.

News Correlate