giovedì, 22 Ottobre 2020

Nel 2018 turismo digitale in Russia raggiunge 11 miliardi di dollari

Cresce il turismo digitale in Russia e raggiunge gli 11 miliardi di dollari nel 2018. A rivelarlo i dati di eMarketer che mostrano un trend crescente che vede sempre più i russi acquistare direttamente online tour, prenotare alberghi e acquistare biglietti aerei.

“Il quadro dell’ecommerce russo è sicuramente positivo, come più volte evidenziato in vari ambiti e quello che spicca è che il il principale giro d’affari online russo è il turismo, in testa ai prodotti del commercio online. Questo rappresenta una grande opportunità del settore travel, come per gli alberghi che possono facilmente disintermediare dalle OTA e ricevere prenotazioni online direttamente dalla Russia. Pochissimi hotel e pochissime realtà italiane sfruttano il canale online dalla Russia che notoriamente rappresenta un target luxury in molti casi, o comunque che tende sempre più a prenotare direttamente diversi tipi di tour, hotel e biglietti aerei – ha detto Giulio Gargiullo Digital Marketing Manager esperto del mercato russo – Molti hotel dispongono di un sito tradotto in lingua russa, ma non beneficiano delle prenotazioni dirette sul sito poiché non avviano attività di digital marketing in Russia con strumenti fondamentali come il principale motore di ricerca russo Yandex o il social network russo VK.

I turisti russi in Italia hanno uno scontrino medio che si aggira sui 1000 euro come riportano i dati Global Blue, e raggiungono medie più alte nelle vie del lusso delle grandi città e in occasione di grandi eventi internazionali come ad esempio il Salone del Mobile. Inoltre i russi preferiscono prenotare hotel a 4 o 5 stelle all’estero, come dai dati del rapporto 2017 di ENIT e da un rapporto da me realizzato e diffuso nelle principali testate di settore dove si evidenzia il ritorno dei russi in Italia e nel mondo con un aumento significativo di domanda online di hotel di categoria lusso 4-5 stelle dopo la ripresa economica avviatasi nel 2017″, ha concluso Gargiullo.

Per approfondire https://bit.ly/2OFXFce

News Correlate