giovedì, 12 dicembre 2019

Il Man di Nuoro spegne 20 candeline nel segno dell’arte contemporanea

Il Man di Nuoro compie 20 anni e dall’8 al 10 febbraio nel capoluogo barbaricino si svolgeranno le celebrazioni, che racconteranno due intensi decenni di mostre, attività artistiche, progetti e laboratori didattici.

“Il Man è a tutt’oggi l’unico museo di arte contemporanea in Sardegna, l’unico iscritto all’Associazione nazionale dei musei d’arte contemporanea (Amaci), un’istituzione che ha portato a rilanciare il territorio di Nuoro e l’intera isola – ha spiegato il nuovo direttore Luigi Fassi – Mi chiedo cosa sarebbero oggi Nuoro e la Sardegna senza il Man, le persone e gli artisti che si sono incontrati qui e che hanno scritto una storia comune”.

Il museo apre al pubblico nel 1999 all’interno di un edificio degli anni Venti, situato a pochi passi dalla piazza monumento Sebastiano Satta, dove si affaccia la casa del poeta e dove sono posate le sculture di Costantino Nivola. La collezione si arricchisce nel 2004, quando il museo acquisisce autonomia gestionale ed entra a fare parte di Amaci.

“Le celebrazioni avverranno attraverso un duplice allestimento – ha aggiunto Fassi – da un lato verranno presentati i nuovi spazi della nuova ala in piazza Satta e dall’altro, nella sede storica di via Satta, si procederà a uno sguardo retrospettivo agli archivi mostre cataloghi e video che si sono succedute in due decenni”.
I progetti continueranno a metà marzo quando verranno inaugurate tre mostre di arte moderna sul solco del processo di ricerca dell’istituzione iniziato nell’autunno 2018.

News Correlate