lunedì, 5 Dicembre 2022

Formazione e divulgazione al centro di ‘Destinazione Austis’

Austis punta allo sviluppo turistico del territorio grazie al progetto ‘Destinazione Austis’ che mira a posizionare il paese nell’immaginario collettivo sardo e nazionale come destinazione slow il cui focus principale sono le attività outdoor a contatto con la natura e con la comunità locale.
Dopo aver creato una forte identità turistica rappresentata dal logo turistico, uno spot promozionale, il sito web di destinazione e una mappa turistica del territorio, il piano di destination marketing per il comune di Austis, realizzato dall’agenzia di marketing turistico Fare Digital Media, prevede per novembre 3 incontri di formazione e divulgazione aperti a tutti che hanno l’obiettivo di creare nuovi stimoli negli operatori del territorio e in tutta la comunità
austese affinché si mantenga acceso il motore dell’ospitalità e si crei un percorso di sviluppo che parta dal basso (associazioni e imprese) e che sia sostenuto dal comune.
Tutti e tre gli appuntamenti si terranno presso la sala consiliare del centro sociale di Austis in via Roma, 3. Si parte la mattina del 5 novembre, dalle 9 alle 13, con un evento di formazione sul destination marketing e sul turismo sostenibile tenuto dal team di Cadossene, società cagliaritana con grande expertise in percorsi di formazione e progettazione per lo sviluppo turistico. A seguire nel pomeriggio il convegno ‘Lo sviluppo turistico dei paesi dell’interno’ in cui interverranno Benedetto Pitzeri, Sindaco di Austis, Laura Mereu, Assistente amministrativo del GAL BMG, Alessio Neri, CEO di Fare Digital Media, Domenico Fumagalli, co-fondatore del MAC di Lula e Alessandra Guigoni, antropologa e giornalista.
Il 12 novembre invece, sempre dalle 9 alle 13, l’attività di formazione sarà dedicata al Social Media Marketing a cura di Michela Schirru, Social Media Manager. Sempre il 12 e il 13 novembre il Austis ospiterà 5 influencer e blogger a vivere l’esperienza di viaggio nel paese e raccontarla tramite i loro canali di comunicazione. Il focus dell’esperienza sarà legato alle esperienze in natura e alla valorizzazione dei sapori e delle tradizioni locali.
Il 26 novembre invece si terrà l’ultimo incontro formativo sul turismo esperienziale che vedrà l’intervento di Alessio Neri, CEO di Fare Digital Media, e Simone Scalas, Partner Mediterras. Durante questo incontro si discuterà delle opportunità del turismo esperienziale per le piccole destinazioni e delle tecniche di commercializzazione di esperienze turistiche memorabili. Nel pomeriggio seguirà invece un momento di incontro tra gli operatori turistici del territorio e professionisti alcuni dei principali tour operator esperienziali che operano in Sardegna.
“Il nostro progetto che comunque non vuole isolarsi dal contesto del territorio che ci circonda – dice Benedetto Pitzeri, sindaco di Austis, “punta a valorizzare le potenzialità del nostro patrimonio storico e ambientale, dando maggiori possibilità di farlo conoscere. La crescita del turismo esperienziale, impone di percorrere nuove strade, pur nella consapevolezza delle difficoltà che troveremo nel nostro percorso. Abbiamo creduto in questo progetto e siamo convinti che alla lunga, darà i suoi frutti. Sarà necessaria la collaborazione degli operatori economici, delle istituzioni e dei gestori di strutture ricettive. Avremo occasioni per farlo conoscere con una promozione mirata attenta a non trascurare le potenzialità turistiche, enogastronomiche, storiche, culturali offerte dal territorio del Gennargentu e Mandrolisai. Chi verrà ad Austis deve sapere che in zona ci sono tante cose da visitare, perché siamo convinti che sarà necessario fare rete, sinergia, creare opportunità, su temi e risorse che possono contribuire a farci arginare lo spopolamento delle zone interne, unitamente ad altre azioni mirate”.

News Correlate