martedì, 1 Dicembre 2020

L’Ars ‘salva’ musei privati, potranno accedere a mutuo per ripianare debiti

L’Ars salva i musei privati, tra cui il Mandralisca di Cefalù. L’aula ha bocciato, con voto segreto, un sub-emendamento del M5s che intendeva escludere la possibilità per alcuni enti privati di accedere al fondo di rotazione dell’Irfis FinSicilia pari a 15 milioni, prevista invece da un emendamento della V commissione all’art.12 del bilancio provvisorio. Dopo la bocciatura del sub-emendamento, l’Ars ha approvato l’emendamento e poi l’articolo del ddl.  La norma consente agli enti culturali, che attraversano difficoltà gestionali, di accedere a un mutuo per ripianare i debiti.

“La norma – spiega l’assessore al Turismo Cleo Li Calzi su Facebook – permette il consolidamento dei debiti di istituzioni fondamentali per il sistema culturale siciliano. La concessione dei mutui sarà legata alla presentazioni di appositi piani industriali che prevedano il risanamento dei conti ed il rilancio delle Istituzioni”.  

“Grazie a questa norma, il Museo Mandralisca di Cefalù, l’Istituto del Papiro di Siracusa, il museo delle Marionette di Palermo e la Fondazione Piccolo di Capo d’Orlando, potranno rilanciare la propria missione culturale accedendo allo specifico fondo Irfis” sottolinea il parlamentare regionale Pd, Giuseppe Lupo, aggiungendo che “questa norma è un atto concreto a sostegno di istituzioni culturali che rappresentano un importante fattore di attrazione turistica di sviluppo”.

News Correlate