mercoledì, 21 Ottobre 2020

Porti e collegamenti per le isole minori: governo Musumeci in prima linea

L’impegno del governo Musumeci per la portualità e i collegamenti marittimi delle isole minori della Sicilia è stato al centro di una riunione della IV Commissione Ambiente, Territorio e Mobilità, all’ARS, convocata dalla presidente Giusi Savarino, per fare il punto sulle esigenze dei porti di Marsala, Menfi, Porto Empedocle, Lipari e Leni.

Nel corso dell’audizione, l’assessore regionale per le Infrastrutture e la Mobilità, Marco Falcone ha ribadito l’impegno e l’interesse per le isole minori della Sicilia, elencando gli interventi già previsti per le Eolie, le Egadi e Pantelleria, senza dimenticare Ustica e Lampedusa. Si è, quindi, soffermato sull’importanza di sostenere i lavori dei porti di Lipari e Leni.

Dal canto suo il sindaco di Lipari ha rimarcato la necessità di mettere in sicurezza la rada di Lipari e rendere operativo al più presto Porto Pignataro. Il vicesindaco di Leni, Riccardo Gullo, ha sostenuto e spiegato la valenza del porto turistico di Leni, mentre il sindaco Domenico Arabia ha posto l’accento sulle necessità del porto commerciale e del porto turistico di Santa Marina Salina.

La presidente Savarino – con grande soddisfazione dei presenti – ha quindi annunciato la convocazione di una prossima riunione finalizzata ad individuare azioni di miglioramento della qualità e della sicurezza dei collegamenti marittimi con le isole minori della Sicilia.

“Dal nostro canto, abbiamo sottolineato – ha dichiarato Christian Del Bono, presidente di Federalberghi Isole Minori Sicilia – l’esigenza che la Regione si faccia carico in modo regolare dei costi di manutenzione delle infrastrutture portuali delle isole minori e di supportarle in tutte le fasi di progettazione e realizzazione degli interventi di messa in sicurezza necessari a garantire l’accessibilità delle isole anche in condizioni meteo avverse”.

News Correlate