Tassa di sbarco, ok all’aumento fino a 2.50 euro nelle isole minori

Via libera all’aumento della tassa di sbarco nelle isole minori fino a 2.50 euro. L’ok è arrivato ieri pomeriggio all’emendamento, che ha come primo firmatario Raffaele Ranucci del Pd, del decreto legge Milleproroghe approvato in commissione Affari costituzionali alla Camera. La tassa di sbarco non può superare i 2,50 euro ed è in alternativa all’imposta di soggiorno.  

L’aumento è stato richiesto dall’Ancim ma, come ricorda giornaledilipari.it, sono note le pressioni in questo senso del Comune di Lipari, che ha già approvato in Consiglio comunale il regolamento di attuazione con agevolazioni tipo per i possessori di seconde case, per arginare il fenomeno degli sbarchi dei turisti di giornata, specie ad agosto, e in particolare a Stromboli e Vulcano.

Il gettito della tassa sarà destinato ad interventi nelle singole isole minori soprattutto sul fronte della raccolta dei rifiuti e sulla salvaguardia ambientale, viabilità e polizia locale.

News Correlate