domenica, 29 Novembre 2020

Castelbuono si dà all’arte fotografica per attrarre turisti

Per ampliare l’offerta turistica delle Madonie, in occasione del ponte dell’Immacolata, Castelbuono inaugura la mostra fotografica “Lipadusa, storie di vita e di mare”, personale di Calogero Cammalleri, realizzata in collaborazione con Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton Group, dedicata a Lampedusa.

La mostra presenta infatti una selezione di fotografie tratte dal libro Lipadusa, pubblicato da Fabrica lo scorso settembre, dopo una residenza di Calogero Cammalleri a Lampedusa, durata da novembre 2013 a luglio 2014. 

Divenuta suo malgrado sinonimo di migrazione, di tragedie in mare, di disperazione e miseria, Lampedusa si presenta in questa mostra nella sua veste più autentica e profonda. Le fotografie raccontano l’unicità di Lampedusa: geograficamente già Africa, ma politicamente ancora Italia, l’isola vive una dimensione non solo isolana ma isolata, di confino o confine, di sogno e solitudine.

L’esposizione rientra nell’ambito del programma di riposizionamento strategico del Museo Civico come “osservatorio” sul Mediterraneo. E in effetti, la programmazione 2014-2015 del Museo è basata sulla promozione di attività di conoscenza e confronto tra i paesi dell’area mediterranea, utilizzando l’arte come “ponte tra le culture”, dalle arti visive alla musica.

Inoltre, durante il periodo espositivo, all’interno del ciclo “Conversazioni”, venerdì 19 dicembre 2014, è previsto un incontro pubblico con Imma Vitelli, inviata di guerra per Vanity Fair Italia sui maggiori fronti internazionali, dall’Iraq all’Iran, dall’Afghanistan al Pakistan, dal Congo alla Somalia. La mostra è stata realizzata con il sostegno dell’Agriturismo Bergi.

News Correlate