venerdì, 24 Giugno 2022

Dat e l’impegno per salvare l’estate di Lampedusa e Pantelleria

La messa in vendita tardiva dei biglietti per raggiungere quest’estate Lampedusa e Pantelleria dagli aeroporti siciliani avrà un’indubbia ricaduta sulla stagione turistica delle due isole. Se n’è discusso nel corso dell’ultima puntata del talk web “Vieni a prendere un caffè da noi”, andato in onda in diretta sulla pagina Facebook di Travelnostop.com a cui hanno partecipato i vertici della compagnia danese Dat, aggiudicataria delle tratte in continuità territoriale, e alcuni imprenditori turistici che operano su Lampedusa e Pantelleria.

“C’è qualcosa che non ha funzionato per quel che ha riguardato l’estensione del contratto che scadeva il 30 giugno – ha esordito Luigi Vallero, general manager di Dat – la gara è partita in ritardo considerato che l’aspettavamo a fine 2021, cosa che non è accaduta. Quindi siamo riusciti ad ottenere troppo tardi la proroga che ci ha consentito di mettere in vendita i biglietti per i voli dal 1 luglio solo qualche giorno fa, ovvero lo scorso 8 giugno, anche perchè abbiamo ricevuto ai primi di maggio la proposta di proroga che però non teneva conto dell’aumento del costo del carburante. Abbiamo comunque scelto di continuare a operare sulle isole per non lasciare scoperte le due destinazioni nel pieno della stagione estiva. Ora ci riserviamo di valutare se partecipare al nuovo bando per le tratte dal 1 dicembre. In base all’esito del nuovo bando di gara verificheremo come Dat se continuare a orientarci sulle isole minori siciliane. In ogni caso continuiamo la nostra politica di diversificazione: abbiamo appena lanciato due voli in continuità territoriale nell’estremo nord norvegese e in Finlandia e abbiamo consolidato la collaborazione con Finnair. Lo slittamento del bando ha comunque penalizzato anche il nostro operativo italiano considerato che non abbiamo potuto riconfermare la Catania-Olbia e la Napoli-Lampedusa, con conseguente perdita di parte del fatturato”.

Per Andrea Pietrobelli, direttore commerciale della compagnia, “è stato un danno enorme per tutta la filiera turistica, non solo per i TO legati al territorio ma anche i grossi nomi di livello nazionale che non abbiamo potuto contrattualizzare. Inoltre, abbiamo perso anche il treno degli individuali che stavano pianificando le vacanze estive e che invece quando fino a fine maggio trovavano i voli per luglio e agosto per Lampedusa e Pantelleria sold out hanno cambiato destinazione”.

La conferma è arrivata anche da Giuseppe Vitale, sales executive di Scuto Viaggi: “le adv ricevevano parecchie richieste soprattutto dalla clientela siciliana ma non solo che voleva acquistare i voli in considerazione dell’ottimo servizio offerto da Dat negli ultimi 4 anni. Richieste che non hanno potuto formalizzare mentre i TO non hanno potuto contrattualizzare e fare programmazione sulle due isole. E oggi i siciliani che vogliono prenotare troveranno ancora delle sistemazioni consone oppure tutto è già stato occupato da chi aveva la certezza dei collegamenti?”.

Amarezza nelle parole di Giuseppe Vita, amministratore unico di Efeso Viaggi: “è da 20 anni – ha sottolineato – che ogni 4 anni succede la stessa cosa, non si capisce chi sono i responsabili, ma resta il danno enorme per Lampedusa, il traffico perso è inquantificabile. Oggi la destinazione è servita da Wizzair, Volotea, Albastar, Vueling, Ita e Aeroitalia ma scommetto che tra 15 giorni i prezzi dei biglietti aerei si abbasseranno perchè ad agosto non c’è più spazio, ci sono un sacco di aerei sulla destinazione ma la capacità a terra è limitata”.

Fabio Casano di Pantelleria Island ha ricordato invece i due lati della stessa medaglia: da un lato siamo felici di riavere Dat a servire le nostre isole, unica compagnia che ha attuato una seria politica commerciale con gli operatori negli ultimi 20 anni. Dall’altro, abbiamo avuto un danno sulle prenotazioni non solo sul mercato b2b ma anche sul mercato individuale che ha cambiato destinazione trovando il sold out. Pantelleria oggi è servita dai collegamenti operati da Volotea, Ita e da un charter e i prezzi si stanno impennando il che comporterà un abbassamento del flusso turistico di luglio”.

Infine, Umberto Desiderio, editore di Inflight, ha illustrato la rivista di bordo di Dat Volidisicilia tornata in edizione cartacea.

 

Guarda la puntata:

News Correlate