lunedì, 21 Settembre 2020

Lampedusa chiede di ripristinare subito collegamento in aliscafo

Auspichiamo che prima dell’inizio della stagione estiva il servizio di collegamento marittimo veloce possa ripartire. Lo chiede il Comune di Lampedusa, in una  nota inviata agli assessori regionale ai Trasporti, al Bilancio e al Presidente della Regione.

L’appalto del servizio avrà la durata di 5 anni se la Regione garantirà la copertura finanziaria nel bilancio pluriennale della Regione. Il bando europeo riguarda la copertura delle Pelagie, Pantelleria e Ustica, con  importo a base d’asta di 42.529.200 euro per l’intero quinquennio.

“Affidare il servizio per  5 anni – dice il sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini – darà certezza alle nostre isole che vivono di turismo, facendole uscire dal clima di continua precarietà, darà respiro alla libera concorrenza, elevando la qualità del servizio”.

La scadenza del termine utile per partecipare alla gara è fissata però per 4 maggio, quando la stagione turistica è già iniziata. Per queste ragioni, il Comune di Lampedusa e Linosa chiede alla Regione Sicilia di assegnare subito le risorse finanziarie nel Bilancio pluriennale, al fine di non ritardare ulteriormente l’avvio del servizio che attualmente risulta sospeso da quattro mesi.

“Sarebbe un grave danno lasciare le isole, e in modo particolare Linosa, prive di un servizio fondamentale per la loro accessibilità turistica. Linosa, ad esempio, è rimasta totalmente priva del servizio aliscafi per tutto l’inverno e lo è tuttora”.

News Correlate