domenica, 24 Ottobre 2021

Itinerari nei siti Unesco siciliani: ecco il portale dedicato ai turisti disabili

Nasce Sicilyforall, il portale dedicato al turista con bisogni speciali che ha voglia di viaggiare in Sicilia alla scoperta dei suoi siti Unesco. Il sito è la tappa conclusiva del progetto Must (Mobility Unesco sustainable turist) cofinanziato dalla Commissione Europea con 125 mila euro con l’obiettivo di ridurre le differenze esistenti tra i viaggiatori proponendo itinerari turistici che rispettino i criteri di accessibilità e il diritto alla vacanza per tutti, migliorando la fruibilità dei principali attrattori culturali siciliani.

Gli itinerari Unesco ‘mappati’ dal sito sono il monte Etna, le città tardo Barocche della Val di Noto, la Villa romana del Casale di Piazza Armerina e le Isole Eolie che sono stati suddivisi in quattro aree tematiche (archeologia, mare, arte e cultura e vulcani) e inclusi in pacchetti comprendenti i servizi necessari a pianificare il viaggio. 

Inoltre, l’accessibilità ai siti, in qualche caso off limits ai disabili, è stata documentata anche in un video che racconta l’esperienza vissuta da Gugliemo Genovese e Vittorio Greco, due ragazzi con mobilità ridotta e i loro accompagnatori, che hanno realizzato un viaggio di 4 giorni nei siti inseriti nel progetto: il sentiero del Germoplasma del Monte Etna, nel centro di Catania, nel parco archeologico di Siracusa, a Ortigia, a Noto, Ragusa Ibla e nella Villa del Casale di Piazza Armerina.

“Questo progetto – ha detto il presidente della Fondazione Sicilia e della Commissione nazionale italiana per l’Unesco, Giovanni Puglisi – ha l’ambizione di ribadire la necessità di costruire un ponte tra disabilità e cultura”.

Per il direttore della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia Aurelio Angelini, “il patrimonio Unesco va posizionato all’interno di un mercato ampio, occorre rivolgersi a tutti i target che possano migliorare la fruizione di questo patrimonio. Questo progetto è uno strumento utile a riposizionare l’offerta turistica e richiamare gli operatori a una maggiore attenzione”.

 Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha sottolineato che nonostante il comune non faccia parte del progetto, l’amministrazione lavora in sintonia con la Fondazione Unesco. “Abbiamo già istituito una task force – ha concluso – con l’obiettivo di promuovere il turismo accessibile”.

www.sicilyforall.com

 

News Correlate