domenica, 27 Settembre 2020

La formula dell’albergo diffuso made in Sicily debutterà in Usa

Nelle librerie statunitensi uscirà nell’estate 2018, ma il famoso scrittore americano John Keahey ha già setacciato la Sicilia, anche se ben lontano dalle mete turistiche tipiche, per scrivere il nuovo libro. In pratica la nuova pubblicazione sarà il seguito di “Seeking Sicily”, terzo best-seller dell’autore. E tra le tappe toccate da suo viaggio siciliano, Keahey è arrivato sino al piccolo borgo etneo di Castiglione di Sicilia.

A raccontare l’esperienza di Keahey in Sicilia è Valentino Nunzio, titolare dell’Albergo Diffuso Borgo Santa Caterina. “John Keahey, nativo dell’Idaho e residente a Salt Lake City, Utah, dopo una lunga carriera come cronista presso il Salt Lake Tribune, è oggi conosciuto come uno dei più famosi scrittori di travels book. Un giorno decise di alloggiare presso il mio Albergo Diffuso perché gli era piaciuto l’idea di questo nuovo tipo di ospitalità. Gli piacque così tanto che decise di inserire la sua esperienza anche nel suo prossimo libro. Per circa 10 giorni soggiornò a Castiglione di Sicilia, e trasse importanti spunti per descrivere storie e segreti di questa parte della Sicilia Orientale. All’interno del libro Castiglione di Sicilia assumerà così un importante ruolo di protagonista; l’autore ne descrive infatti la vita, le persone, l’incessante attività vinicola e le sensazioni che il paese ha saputo regalargli”.

“La prima volta che sono arrivato a Castiglione di Sicilia ho scoperto un piccolo universo! Paesaggistico, culturale, un paesino meraviglioso dove vivono persone semplici. Qui tutti sono orgogliosi del posto in cui vivono, ti dicono dove andare e cosa vedere;  tutti sono amici e anche se non ti conoscono, tentano di parlarti e t’invitano a bere un caffè o a giocare a carte”, ricorda Keahey.

www.johnkeahey.com 

News Correlate