sabato, 19 Giugno 2021

Cultura e turismo per avvicinare Trapani e Tunisia

Trapani e la Tunisia più vicine grazie a un nuovo accordo di partenariato transfrontaliero sui temi di cultura e turismo. Coinvolti nel progetto sono l’Agenzia Nazionale del Patrimonio e della Promozione Culturale della Tunisia, il Comune di Trapani, l’Ente Luglio Musicale Trapanese e il Distretto Turistico della Sicilia Occidentale. Intanto una delegazione trapanese è stata in missione proprio nell’altra sponda del mediterraneo.

La missione è stata promossa dall’Ente Luglio Musicale Trapanese in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale TUNIT, composta da cittadini trapanesi e tunisini.

“Queste giornate hanno confermato come sia stata una mossa vincente avere investito il Luglio Musicale incaricandolo di portare avanti iniziative che i competenti uffici del Comune di Trapani non sarebbero stati in grado di svolgere”, ha detto Vito Damiano, sindaco di Trapani.

“La missione – ha detto Giovanni De Santis, direttore artistico dell’Ente Luglio Musicale Trapanese – ha posto basi concrete per un’alleanza strategica tra la provincia di Trapani e la Tunisia, che si avvierà materialmente tra qualche settimana, con la firma dell’accordo-quadro che prevede la promozione dei siti di pregio storico, architettonico attraverso la creazione di pacchetti turistici, la valorizzazione dei siti di preminente rilievo storico, architettonico e naturalistico, la promozione delle maggiori manifestazioni culturali della provincia di Trapani e della Tunisia, la condivisione e lo scambio di buone pratiche nell’incoming turistico, nell’organizzazione e nella promozione di eventi. Ritengo che quest’importante traguardo abbia definitivamente confermato – qualora vi fossero ancora dubbi in merito – che il Luglio Musicale rappresenta una risorsa insostituibile per la provincia di Trapani e che, in quanto tale, vada tutelato e sostenuto dalle istituzioni locali e regionali”.

Tra l’altro si punta alla realizzazione del progetto “L’Opera nei teatri di pietra del Mediterraneo” e di un festival itinerante dedicato alla musica etnica dei paesi del Mediterraneo, da svolgersi ad anni alterni, rispettivamente nelle città più rappresentative della Tunisia e nei comuni della provincia di Trapani, isole comprese, che aderiranno al relativo protocollo.

Nel corso della missione si è avviato un proficuo confronto con le autorità tunisine e con i vertici della Tunisair. Il Distretto Turistico, in collaborazione con le agenzie di viaggio del territorio intende sviluppare prodotti turistici e attività promozionali congiunte, oltre che promuovere e sostenere sistemi culturali in ottica di sviluppo turistico» afferma Andrea Oddo, in rappresentanza del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale.

News Correlate