venerdì, 14 Maggio 2021

Continua la battaglia per la destagionalizzazione nella zona di Taormina

La destagionalizzazione del turismo nel comprensorio ionico, ed in primis a Taormina, e la revisione della Naspi restano i cavalli di battaglia della Fisascat Cisl. Tanto che nei giorni scorsi, a Taormina, il segretario regionale aggiunto Pancrazio Di Leo e il segretario generale della Fisascat Cisl Messina, Salvatore D’Agostino, hanno consegnato al presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta e al vice al vicepresidente ed assessore alle Attività produttive Mariella Lo Bello, una lettera che era stata già consegnata nel novembre 2016 al Ministro Dario Franceschini e all’assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo.

Al governatore Crocetta è stata, inoltre, data copia della petizione “Lavoro e Naspi” presentata nel 2016 al ministro del Lavoro Giuliano Poletti nei mesi scorsi con oltre 5 mila firme. La Fisascat Cisl Messina ha consegnato sempre a Crocetta copia dell’accordo sulla stagionalità nella Zona ionica, con le relative proposte per ampliare il periodo di attività turistica e ricettiva.

“Il turismo in Sicilia – sottolinea Di Leo – rappresenta oggi il 10% del Pil ed è paradossale che a fronte anche di dati turistici positivi e di incrementi delle presenze si assiste a un calo dell’occupazione nel comparto, come nel comprensorio taorminese dove la forza lavoro viene chiamata in servizio in periodo talmente stretti da creare difficoltà ai lavoratori anche per l’accesso alla Naspi”.

News Correlate