venerdì, 24 Settembre 2021

Tour Plus Sicilia apre le porte del Val di Noto ai turisti svedesi

Dopo avere testato la zona e reduce dai risultati lusinghieri ottenuti nella stagione appena trascorsa, prosegue e si intensifica l'attività promozionale del territorio ragusano portato avanti dalla Tour Plus Sicilia. Utilizzando appieno l'aeroporto di Comiso nella propria programmazione. "Si tratta – spiega Dario Ferrante, direttore generale di Tour Plus Sicilia – della giusta prosecuzione, dopo la stagione ‘test' effettuata con il mercato tedesco. La scorsa stagione ci ha dimostrato come la provincia di Ragusa sia pronta a gestire clienti internazionali, alla ricerca di un prodotto esclusivo, poco sfruttato dal turismo dei grandi numeri ed in grado di offrire il meglio delle potenzialità turistiche della nostra isola. Ragione per la quale, abbiamo spinto con forza affinché il nostro partner svedese Solresor tornasse – dopo un anno di pausa – in Sicilia. E lo abbiamo convinto facendolo innamorare del Val di Noto, che tanto ha da offrire sia ai clienti esigenti (nuovi o repeaters) sia ai tanti viaggiatori scandinavi desiderosi di vivere esperienze uniche. Per loro abbiamo creato un prodotto che mira – oltre al noto ed incommensurabile patrimonio culturale, artistico e naturalistico – a valorizzare le tante eccellenze enogastronomiche del territorio. L'apertura dell'aeroporto di Comiso ha reso quasi consequenziale la scelta. E siamo contenti di essere tra i primi ad avere creduto nella nascita di Comiso come volano per lo sviluppo del territorio. Al momento – prosegue Dario Ferrante – prevediamo un solo volo da Stoccolma dal 3 maggio all'11 ottobre. Ma obiettivo minimo sono i due voli settimanali che – per 5 anni consecutivi – hanno portato un numero rilevante di svedesi nell'isola".
Il volo da Stoccolma sarà solo il primo di una serie di nuove programmazioni che l'operatore siciliano prevede di pianificare in futuro (principalmente dall'Est Europa) verso il neo aeroporto di Comiso e che mirano a promuovere il territorio del Val di Noto nei mercati internazionali.

News Correlate