mercoledì, 18 Maggio 2022

Albergo diffuso, nuovo rinvio all’Ars

Critici i parlamentari del M5S: è emblema dell’immobilismo del Parlamento siciliano

Slitta il ddl sull'albergo diffuso perché "troppo esteso", con norme che spaziano dal turismo all'urbanistica. Alla fine il vicepresidente dell'Ars Antonio Venturino ha accolto la proposta di alcuni colleghi, di rimandarne l'approvazione. I deputati ne riparleranno martedì mattina "informalmente" in quarta commissione, cercando di escludere dal testo i dubbi e le ombre, e nel pomeriggio si passerà al voto. A meno che non spuntino nuove sorprese. La votazione, infatti, aveva subito un primo "stop" esattamente una settimana fa a causa dell'assenza in Aula dell'assessore alle Attività produttive Linda Vancheri. Oggi, l'assessore c'era. Ma era assente Michela Stancheris, assessore regionale al Turismo. In ogni caso il ddl s'è fermato creando scontento nel Movimento cinque stelle. Il capogruppo Giancarlo Cancelleri ha fortemente protestato in Aula. "Sono delusa da quest'Aula – ha commentato Claudia La Rocca, parlamentare del Movimento Cinque Stelle – il rinvio del ddl sull'albergo diffuso, una norma semplice, già presente in altre regioni, è l'emblema dell'immobilismo del Parlamento siciliano". Sulla stessa lunghezza d'onda anche il collega Giampiero Trizzino, secondo il quale il provvedimento è "un testo completo, che riprende la normativa esistente adattandola alle peculiarità della Sicilia".

 

News Correlate