venerdì, 18 Settembre 2020

Firenze traina la crescita dei turisti nell’area metropolitana

“I dati pubblicati dall’Ufficio Statistica della Città Metropolitana di Firenze confermano il turismo come uno dei principali traini dell’economia del territorio”, ha fatto sapere Angelo Bassi, consigliere delegato al Turismo della Metrocittà. Nel primo semestre del 2016, facendo un raffronto con lo stesso periodo del 2015, si registra un incremento globale delle presenze del +1,96 per cento, per un totale di 6.198.493 unità.

In crescita sia i turisti stranieri (+1,98%) che quelli italiani (+1,92%). I dati relativi alla movimentazione turistica e consistenza delle strutture ricettive sono provvisori ma relativi al 90% circa delle strutture. La Città Metropolitana è la meta preferita degli americani, che sfiorano le 740 mila presenze; seguono Germania, Regno Unito, Francia, Cina, Spagna, Giappone, Olanda, Brasile e Australia. In totale sono stati 4.344.381 i turisti stranieri, a fronte di 1.854.112 italiani (al primo posto queli proveniente dalla Lombardia, quindi Lazio e Toscana). La maggiore presenza si è registrata a giugno, con quasi 858 mila turisti. A febbraio invece le presenze “più basse”: 561mila.

“Se scomponiamo i dati tenendo conto delle varie zone della Città Metropolitana – ha spiegato Bassi – Firenze è al primo posto assoluto di presenze, con quasi 4 milioni e mezzo di turisti. Al secondo posto l’area fiorentina, fortemente influenzata dalla vicinanza con il capoluogo. Seguono l’Empolese-Valdelsa, il Valdarno, il Mugello e la Montagna Fiorentina. In tutte queste aree si registra una prevalenza di turisti stranieri, fatta eccezione per il Mugello dove gli italiani sono quasi l’8% in più, risultando anche la meta preferita dai toscani”.

News Correlate