martedì, 28 Settembre 2021

Via Francigena, in Toscana +630 mila presenze 10 anni

L’impatto positivo sui flussi turistici dopo gli interventi di ristrutturazione, valorizzazione e promozione condotti dalla Regione Toscana coi Comuni sulla Via Francigena, ha avuto un effetto di 613.000 presenze in più nel decennio 2009-2019. È quanto riporta uno studio di Irpet, istituto regionale per la programmazione economica, che ne aggiorna uno precedente realizzato nel 2014 (riferito al periodo 2009-2012).

L’analisi si fonda sulla possibilità di georeferenziazione delle strutture ricettive e dei dati relativi ad arrivi e presenze turistiche. Ciò che emerge sembra rafforzare l’ipotesi dell’esistenza di un differenziale di competitività specifica attribuibile alla presenza del cammino rispetto a territori simili ma più distanti. Arrivi, presenze e numero di strutture aumentano via via che ci si avvicina alla Francigena: ad esempio, entro i 10 km la variazione percentuale è, rispettivamente per ciascun parametro, del 62%, 35% e 40%, mentre tra 10 e 20 km scende a 30%, 12% e 30%, rispetto alle strutture situato a un raggio di oltre 20 km.

Il primo studio del 2014 invece misurava l’attrattività turistica conseguita dalle strutture con la Francigena rispetto alla fase preesistente al progetto di valorizzazione e potenziamento della strada dei pellegrini dalla Francia per Roma. Monitorati 27 comuni attraversati dal camminamento rispetto ai 38 confinanti che però non ‘beneficiano’ del passaggio della via sul proprio territorio.

News Correlate