martedì, 26 Ottobre 2021

I ritiri delle big di Serie A fanno bene al Trentino: al top Moena, Pinzolo e Dimaro

Sono molti i top club della Serie A che hanno scelto il Trentino Alto Adig come mete del proprio ritiro pre-stagionale, tra questi Napoli, Roma e Fiorentina. Secondo i dati elaborati dall’Osservatorio trivago queste mete hanno registrato durante il mese di luglio un vero e proprio boom di ricerche tra le preferenze degli italiani per le mete nazionali.

Analizzando le ricerche degli utenti italiani per mete nazionali per soggiorni nel mese di giugno Moena era stabile al 221° posto, tutt’altra situazione a luglio. In questo mese infatti il comune racchiuso tra le Dolomiti ha scalato ben 155 posizioni ed è ora in 66^ posizione tra le destinazioni nazionali più ricercate dagli italiani. Un boom che fa felice gli albergatori che, con le stanze piene possono permettersi anche di alzare i prezzi: se la media per una camera doppia per il mese di luglio è di 125 euro la cifra sale a 195 euro durante i giorni del ritiro della Fiorentina (9-24 luglio), segnando quindi un aumento dei prezzi del 56%.

Situazione analoga a quella di Moena si è verificata anche a Pinzolo con il piccolo comune dell’alta Val Rendena schizzato dalla 364^ posizione alla 109^ in occasione dei giorni del ritiro dei giallorossi. Anche in questo caso un aumento delle ricerche comporta, di riflesso, un aumento dei listini hotel con le tariffe, durante il ritiro, pari a 185 euro, 54% in più rispetto alla media di luglio 120 euro.

Per la 6^ volta consecutiva il Napoli Calcio ha scelto Dimaro come sede del suo ritiro continuando una partnership che fa benissimo al piccolo centro Trentino. Durante il soggiorno degli azzurri infatti Dimaro è al 147^ posto tra le ricerche degli italiani, un risultato che fa scalpore se si pensa che a giugno era invece in 592^ posizione. Rispetto alle altre mete citate inoltre si registra un rincaro dei prezzi minore: la tariffa media per camera doppia a notte durante il ritiro del Napoli è di 114 euro, una cifra maggiore ‘soltanto’ del 21% rispetto alla media di luglio (94 euro). 

News Correlate