In Valle di Non chiudono gli alberghi contro il coronavirus

Gli operatori turistici della Val di Non sospendono le attività per contribuire a contrastare la diffusione del Virus Covid-19. Già ieri, prima dell’estensione della zona rossa in tutta Italia, alcune importanti strutture alberghiere della Val di Non, in Trentino, hanno deciso di sospendere l’attività. È il caso di un hotel della valle che, attraverso un comunicato ufficiale pubblicato sui social network, fa sapere che “vista la situazione che è rapidamente evoluta al peggio e visti i presupposti non positivi a breve termine abbiamo deciso di sospendere i nostri servizi indicativamente fino metà aprile”.

Come questo, molti altri alberghi, agriturismi e ristoranti hanno deciso di sospendere momentaneamente i propri servizi, informa l’Azienda di promozione turismo della valle.
Il presidente Lorenzo Paoli, in accordo con la direttrice Giulia Dalla Palma, aveva disposto la chiusura degli uffici a contatto con il pubblico a partire da ieri pomeriggio.

L’Azienda sarà comunque sempre a disposizione degli utenti telefonicamente.
“Considerato che la situazione è in continua evoluzione cerchiamo di tenerci sempre aggiornati e seguire le indicazioni fornite dalle autorità sanitarie”, spiega Paoli.

Anche la strategia social dell’azienda è cambiata negli ultimi giorni, vista la gravità della situazione: vengono proposti contenuti a distanza per promuovere la val di Non ma non si invitano le persone, in questo momento, a visitare il territorio.

News Correlate