mercoledì, 18 Maggio 2022

Castel Thun diventa la vetrina del Trentino

Firmato accordo per l’accesso al maniero della Val di Non

Un accordo operativo per organizzare in maniera sinergica e coordinata l'accesso a Castel Thun e le attività che ruotano intorno ad esso. L'accordo è stato predisposto da Provincia autonoma di Trento, Comune di Ton, Museo Castello del Buonconsiglio e Azienda per il Turismo Val di Non. "Si tratta di un modello da cui partire per sviluppare altri accordi d'area – spiega una nota – una rete dei castelli trentini che abbia fra i suoi punti di riferimento proprio Castel Thun e una vetrina per tutte le nuove iniziative e proposte del territorio provinciale". A firmare l'accordo Franco Panizza, assessore alla Cultura; Franco Marzatico,direttore del Buonconsiglio; Sandra Webber, sindaco del Comune di Ton;  Andrea Paternoster, presidente dell'Apt.
"Questo accordo – ha commentato Panizza – ci permette di individuare un percorso preciso che valorizzi non solo il Castello ma l'intero territorio della val di Non e, in generale, il Trentino". Ha quindi annunciato il progetto 'Trentino dei Castelli' basato su una rete delle rocche trentine che consenta un approccio storico al territorio. L'iniziativa verrà promossa – ha detto – con Trentino Marketing e ad altri soggetti, per fare diventare Castel Thun la vetrina del Trentino per tutte le iniziative di rilievo, oltre che uno spazio culturale fisso per le manifestazioni. Gli interventi, infatti, nel maniero dei Thun non sono ultimati, abbiamo sistemato la zona del ponte levatoio e da pochi giorni aperto il Cantinone, dove viene allestita una parte dello spettacolo Glass, e che accoglierà la collezione di carrozze, calessi e slitte dei conti. E', in sostanza, un castello in divenire, dove promuovere integralmente il territorio trentino".

News Correlate